Igor Palmieri Quintet al Parco delle Bertone di Goito 30 luglio 2016


Sabato 30 luglio 2016, alle ore 21.15 presso il Parco delle Bertone di Mantova
Omaggio al jazz di Chet Baker e Stan Getz con Igor Palmieri Quintet

Igor Palmieri sassofonista mantovanoIl sassofonista mantovano sarà sul palco con il progetto Five for Stan & Chet, in scaletta brani inossidabili come My Funny Valentine e Dear Old Stockholm, arrangiati in maniera originale

Un omaggio a due giganti del jazz, Chet Baker e Stan Getz, tra successi inossidabili e arrangiamenti originali. È questo l’appuntamento speciale che si terrà sabato 30 luglio 2016 alle ore 21.15 presso il Parco delle Bertone a Mantova, nell’ambito della stagione concertistica 2016 di Mantova Musica. Ad interpretarlo l’Igor Palmieri Quintet, capitanato dal sassofonista Igor Palmieri, mantovano classe 1980 che vanta collaborazioni con musicisti del calibro di Paolo Fresu, Tom Kirkpatrick, Carlo Atti, Luciano Milanese e molti altri.

Sul palco accanto a lui ci saranno artisti di chiara fama quali Fulvio Chiara (tromba), Simone Daclon (piano), Raffaele Romano (contrabbasso) e Vittorio Sicbaldi (batteria).

Il quintetto presenterà il progetto Five for Stan & Chet, un omaggio alla musica straordinaria di due figure che hanno fatto la storia. In scaletta brani noti e meno noti, dagli immancabili My Funny Valentine e Autumn in New York a There’ll Never Be Another You, All The Things You Are, What’s New e Half Nelson, oltre agli standard più famosi come Dear Old Stockholm, Just Friends, Look for the Silver Lining, passando per Stella by Starlight, So Easy e Misty.

L’Igor Palmieri Jazz Quintet è un organico strumentale ispirato alle storiche formazioni della tradizione del jazz colto e raffinato, che si sono sviluppate verso la metà del Novecento. La critica riconosce a Palmieri uno stile del tutto diverso e contro corrente: un suono caldo, ‘soffiato’, con fraseggi leggeri, frasi ben definite e molto ispirate ai grandi jazzisti del passato come Lester Young, Ben Webster. Una modalità che ‘toglie anziché aggiungere’, secondo un’idea di jazz legata ai principi di sincerità e ricerca personale.

“Il progetto su Chet Baker e Stan Getz, che prosegue ormai da un paio di anni, è nato dalla passione per il jazz caratterizzato da uno stile originale, cantabile e ricco di swing. – dice Igor Palmieri – Sono musicalmente cresciuto ascoltando Lester Young, Woody Herman, Miles Davis, Gerry Milligan e, appunto, Stan Getz e Chet Baker, ed ho sempre cercato di ispirarmi al loro stile pulito, lirico, fantasioso. Nell’era del jazz virtuosistico ed accademico, lo stile caldo, composto ed armonico di questi due incredibili artisti sembra davvero essere qualcosa di perduto. Difendere e diffondere questo repertorio è una cosa a cui tengo molto, per questo siamo felici che Five for Stan & Chet abbia riscosso successo sia da parte del pubblico che della critica e che a breve uscirà un disco live per registrare questa esperienza”.

In formazione, il trombettista Fulvio Chiara ha suonato, tra gli altri, con Emanuele Cisi, Furio di Castri, Tullio de Piscopo, Lee Konitz; il pianista Simone Daclon con Mario Biondi, Rosalia De Souza, Scott Hamilton; il contrabbassista Raffaele Romano con Carlo Morena, Francesco D’Auria, Nevio Zaninotto, Alberto Mandarini, Marco Castiglioni, mentre il batterista Vittorio Scibaldi con Jerry Bergonzi, Shawn McGloin, Fabrizio Bosso, Bebo Ferra.

Perzzo ingresso: 5 euro

Info: www.mantovamusica.com | www.igorpalmieri.com




Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *