Cinquanta persone con candele, foto e guinzagli, alla manifestazione davanti al tribunale per chiedere giustizia della morte di Dean Diljevic, impiccato a luglio alla cancellata del Magicnuar. Il procuratore Condorelli, che ha ricevuto il padre e il fratello della vittima, assicura che chiuderà il caso entro maggio.

 Il cerchio si stringe intorno a Francesca Palombaro, unica presente sulla scena del delitto. Passino le candele, i pianti, le richieste accorate di sapere la verità sulla morte di Dean. Rispetto per il dolore, ma orecchie attente a passare al setaccio …




Scritto da: la Gazzetta di Mantova | Cronaca
Data: 23 gennaio 2009
Categoria: Cronaca


Inserisci un commento