Mantova una provincia per tutti … percorsi senza barriere


mantovaA palazzo di Bagno è stato presentato ieri il volume ” Mantova, una provincia per tutti”: una guida che propone una serie di itinerari del territorio virgiliano, espressamente studiati perchè siano fruibili da persone con disabilità. Il volume è diviso in dieci parti corrispondenti a dieci percorsi, senza barriere architettoniche, per far godere ai disabili i monumenti simbolo della città.Gli itinerari interessano anche i comuni di Castiglione delle stiviere, Sabbioneta e San Benedetto PO. La guida è stata tradotta anche in braille per la fruibilità ai non vedenti, è corredata anche da percorsi enogastronomici con le indicazioni dei ristoranti senza barriere architettoniche.Storia e turismo accessibile, l’una non esclude l’altro. Ne è una dimostrazione la guida edita dall’assessorato alle politiche sociali della Provincia, che propone una serie di itinerari attraverso il centro cittadino e alla scoperta di alcuni tra gli scorci più interessanti del territorio virgiliano, espressamente studiati perché siano fruibili da persone con disabilità. Dal centro cittadino, alla “via del Principe”, attraverso Palazzo Ducale, il Castello di San Giorgio, la Rotonda di San Lorenzo, Sant’Andrea, oppure dai luoghi del festivaletteratura agli scorci paesaggistici più affascinanti, tra cultura e natura, la guida è uno strumento che si fa apprezzare per l’estrema chiarezza con la quale riesce a condurre il turista con disabilità in luoghi che altrimenti gli sarebbero vietati. “Un territorio accessibile – spiega l’assessore provinciale Fausto Banzi – consente ad ogni persona e in particolare a coloro che sono portatori di handicap, l’esercizio della parità dei diritti per una migliore partecipazione e qualità della vita”. Del pacchetto dedicato alle disabilità fanno parte anche una cartina della città che riporta i percorsi consigliati e il grado di accessibilità, la traduzione della guida in braille, per dare modo ai non vedenti di accedere a tutte le informazioni turistiche e una specifica sezione del sito www.turismo.mantova.it, che riporta in digitale il contenuto della versione cartacea. “Segnalando i monumenti, i parchi o le piazze che si possono incontrare lungo il tragitto e indicando il grado di difficoltà dell’itinerario attraverso una apposita segnalazione cromatica – prosegue Banzi – crediamo di rendere più agevole la visita alle persone con disabilità e ci auguriamo di aver realizzato una strumento utile per il turista”. “Mantova è una città che vanta molti percorsi accessibili – ha spiegato a conclusione di conferenza stampa il presidente Fontanili – e se qualche imprenditore virtuoso intendesse investire in una struttura dedicata alle disabilità, come ne esistono in altre parti d’Italia, oltre a realizzare un’operazione dall’alto valore sociale, ne trarrebbe benefici anche dal punto di vista economico”.




Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *