Inaugurati i nuovi uffici della storica Ditta Volpi a Casalromano


 

Ditta Volpi

Ditta Volpi

E’ l’azienda più anziana del comune e domenica 19, con manifesto orgoglio, è stato inaugurato il reparto uffici della ditta Davide e Luigi Volpi da parte dei figli dei due fondatori. La presidente della società per azioni Luisa Prandelli ha ceduto il passo ai tre più anziani soci e contemporaneamente ex dipendenti Luigi, Aristide e Luigi per il taglio del nastro. Con la benedizione alle maestranze e ai nuovi locali il parroco don Giovanni Tosoni ha auspicato prosperità e benessere.  Erano presenti il sindaco Luca Bonsignore, il maresciallo dei carabinieri Marco Casula di Canneto e molti dipendenti in servizio e in pensione. C’è controversia sulla data di fondazione: 1879 o 1894 quando i due fratelli hanno installato la nuova azienda nei locali della filanda dei bozzoli che aveva cessato l’attività. Accanto alla filanda scorreva con abbondante acqua la Fossa Regia che andava ad immettersi nel vicino Naviglio. La fossa azionava un’enorme ruota di ferro che dava energia all’attività e l’ acqua serviva per pulire dall’ acido le pompe che venivano prodotte. Sono appunto le pompe irroratrici a stantuffo e i polverizzatori le invenzioni dei due fratelli per curare col verderame o lo zolfo anzitutto le malattie delle viti.  Oggi la produzione dell’azienda si è molto diversificata con pompe non più di rame, ma di plastica, per la cura di fiori, frutti, vivai.  Questi specialmente costituiscono la produzione privilegiata della zona tra Canneto, Casalromano ed Acquanegra. L’invenzione dei fratelli Volpi ha funzionato e già nel 1909 alla mostra internazionale di Roma fu premiata e inserita nel gran libro d’oro dei benemeriti del lavoro: medaglia d’ oro e pergamena fanno bella mostra di sè in una sala dell’ azienda assieme a tanti riconoscimenti successivi. Nel 1914 occupava un centinaio di dipendenti ed era una notevole fonte di benessere per le famiglie del piccolo comune. Nel 1923 la ditta si è trasformata in società per azioni quasi tutte tenute dalle varie famiglie Volpi. Nel 1952 c’è stato il salto di qualità. La produzione andava bene e nel 1972 è stata costruita la nuova sede. La prudenza nella gestione ha fatto lentamente crescere l’attività che si è avvalsa di nuove tecnologie che hanno sostituito parte della manualità operaia. Oggi l’ azienda dà lavoro a 32 dipendenti e produce indotto ad altrettanti nella zona. Ha la certificazione di qualità ISO 9001:2000 e mostra, oltre ai suoi prodotti, il primo catalogo uscito nel 1952 che recava il numero di telefono dell’ azienda 11-02. La metà della produzione viene esportata specialmente nei Paesi che si affacciano al Mediterraneo.  Nel giro di cinque-sei anni il fatturato è passato da 6 a 10 milioni di euro. La presidente Prandelli ha sottolineato con soddisfazione che la crisi attuale non influisce negativamente sull’antica casa Davide e Luigi Volpi.




Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *