«Comune a porte aperte» per 70 studenti a Suzzara


suzzara«Comune a porte aperte»: approfittando di questo periodico invito, 70 studenti di tre classi delle scuole medie dei due Istituti comprensivi di Suzzara hanno visitato martedì  mattina la sede municipale di piazza Castello e la dependance di via Montecchi intrattenendosi con i responsabili dei vari settori operativi, accolti dal sindaco, Anna Bonini, e dal vice sindaco Claudio Bollani.
Con loro l´assessore alle politiche scolastiche, Valeria Canova, la presidente del consiglio comunale, Roberta Rasio e alcuni funzionari. Gli studenti, accompagnati da alcuni insegnanti, hanno seguito con interesse lo svolgersi delle mansioni quotidiane affidate agli impiegati, rendendosi conto del complesso funzionamento della macchina comunale, sincerandosi dei tempi d´attesa agli sportelli, dei tempi di erogazione dei servizi e della completezza delle informazioni ricevute.
«All´inizio di ogni anno – ha evidenziato il sindaco – il Comune individua quali saranno le spese (personale, beni di consumo, servizi, opere pubbliche) e quali saranno le entrate che avrà a disposizione (tributi, trasferimenti, tariffe, alienazioni) per poi rendere possibile un bilancio in pareggio con il supporto degli assessori e dei consiglieri comunali». Diverse sono state le domande riguardanti il funzionamento dell´Urp. In risposta, è stato evidenziato che il settore si avvale dei più avanzati strumenti informatici e di sistemi innovativi in grado di favorire e agevolare l´accesso ai servizi pubblici da parte dei cittadini i quali possono interagire con l´amministrazione comunale esprimendo pareri e opinioni o semplicemente un suggerimento inteso a modificare o a migliorare una determinata prestazione. Nel corso della mattinata sono stati allestiti alcuni giochi istruttivi il cui intento era quello di avvicinare gli studenti ad alcuni settori (ufficio scuola, polizia locale, ambiente ed ecologia, ufficio innovazione tecnologica) con l´assegnazione di diversi virgulti di quercia, olmo, ciliegio, rosa canina, frassino, acero campestre, mentre, divisi in gruppi, è stata organizzata una visita-guidata alla vicina torre civica di piazza Castello la cui costruzione risale al 1372. Al termine il sindaco ha consegnato a tutti un ricordo.




Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *