Depuratore Peschiera, accordo per trovare un nuovo scarico


depuratoreSottoscritto a Peschiera l’accordo per la valutazionde dell’impatto ambientale delle alternative di recapito dello scarico del depuratore di Peschiera. A firmare il documento sono state le Province di Mantova e Verona, il Comune di Peschiera, i gestori del depuratore, l’Aipo, il Parco del Mincio e il Consorzio del Mincio.
“E’ la dimostrazione – ha commentato l’assessore all’ambiente della Provincia di Mantova Giorgio rebuschi – che la Provincia di Mantova ha saputo tenere relazioni con le altri istituzioni confinanti. Con questo accordo, nel giro di 14 mesi, riusciremo a capire qual è la posizione migliore per scaricare o deviare lo scarico del depuratore. Con lo studio sarà individuata la soluzione più sostenibile che è quello che la comunità mantovana ci sta chiedendo.”
Lo studio dovrà valutare l’impatto ambientale sulle aree interessate delle soluzioni alternative di destinazione finale dell’effluente dell’impianto, già individuate nell’ambito di un precedente lavoro commissionato dal gestore del depuratore. Il costo dello studio ammonta a circa 83mila euro e sarà coperto con un cofinanziamento di tutti i soggetti sottoscrittori.
Attualmente il depuratore di Peschiera del Garda scarica nel canale Seriolina di Valeggio che scorre parallelo al tratto iniziale del Mincio e vi si immette immediatamente a valle della diga di Salionze, Le alternative di scarico attualmente ipotizzate prevedono: recapito in Mincio a monte dello sbarramento di Salionze, recapito nel canale Seriola Prevaldesca, recapito nel canale Virgilio, recapito nel comprensorio irriguo del Consorzio dei Colli Morenici, recapito nello scaricatore Pozzolo-Maglio. Lo studio durerà un anno.




1 Commento

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *