Ape Tau l’asilo per i bimbi terremotati è finanziato anche dai Mantovani


apeIl progetto Ape Tau, l’asilo nido per i bambini terremotati dell’Abruzzo è realtà; questo è possibile grazie al contributo di privati, categorie e delle istituzioni che si sono impegnati affinchè nei prossimi mesi sorga a l’Aquila, località Coppito, che recentemente ha ospitato il vertice del G8, una struttura con servizi per l’infanzia, con due aule che ospiteranno 15 bambini ciascuna. Il nome, come ha spiegato Marco Imperatori del Politecnico, ha un duplice significato: Ape prende spunto dall’asilo, un nido, luogo di protezione per l’infanzia con l’ape che simboleggia il saper vivere in comunità, e i colori dell’edificio saranno per l’appunto il giallo ed il marrone con due ali d’argento, mentre Tau è la forma che ricorda la croce di San Francesco simbolo di pace e d’unione. Il progetto, nato dall’idea di realizzare in poco tempo qualcosa di significativo per il territorio aquilano colpito dal sisma lo scorso aprile su sollecitazione di costruttori edili e della Fondazione comunità mantovana, è stato approvato dal consiglio regionale, che ha donato 25mila euro che si vanno ad aggiungere ai 34.800 euro della Fondazione. Numerose aziende mantovane iscritte all’Ance hanno messo a disposizione il materiale gratuitamente. Nell’area di Coppito, dove sorgerà l’asilo, sarà posizionata una targa in memoria di Luigi Masotto, presidente del comitato Ape Tau e promotore dell’opera, tragicamente scomparso nei giorni scorsi. In Confindustria dove è stato presentato il progetto c’erano il presidente Carlo Zanetti, Gianluigi Coghi (Ance), Alberto Lain e Mauro Redolfini del comitato Ape Tau, il vicepresidente del consiglio regionale Enzo Lucchini e l’assessore provinciale Dimitri Melli.

 




Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *