Odore di zolfo: vertice tra Comune, Provincia, Asl e Arpa a Mantova


Riportiamo la comunicazione del Comune di Mantova in merito all’episodio di alcuni operai della Belleli che hanno accustao malori. Il Comune di MantovaComune, la Provincia, Asl e Arpa si sono infatti riuniti per fare il punto sulle cause dei malori di alcuni operai della Belleli che avevano raccontato di aver respirato, giovedì scorso, una bolla d’aria carica di odore di zolfo proveniente dalla raffineria. Durante il tavolo di lavoro, che si è svolto martedì 11 agosto presso il Comune di Mantova, vengono denunciate «difformità nella gestione degli impianti da parte della Ies rispetto alle autorizzazioni ottenute». Pertanto gli enti hanno ritenuto necessario chiedere una diffida ai sensi di legge al Ministero dell’Ambiente, che sarà inoltrata anche all’Ispra per i controlli sulle Aia (Autorizzazioni Integrate Ambientali) Ministeriali. «Chiediamo l’intervento del ministero anche attraverso il suo organo tecnico, l’Istituto superiore per la protezione e ricerca ambientale – ha detto l’assessore comunale Carlo Saletta -. Devono essere prese in esame le autorizzazioni integrate ambientali per verificare la loro piena osservanza».
Le difformità sono state rilevate grazie ai controlli e alle verifiche svolte da Asl e Arpa, che sono state effettuate subito dopo gli eventi di intossicazione ai 15 operai della Belleli.
Gli Enti hanno deciso di definire un quadro generale di tutte le prescrizioni date alla Ies. Inoltre, hanno deciso di definire con la società un cronoprogramma delle attività per l’ottemperanza delle stesse. Infine, di definire un quadro con le modalità di controllo e predisporre incontri periodici con la società per verificare gli stati di avanzamento delle attività.
Nella stessa giornata, la società Ies, informata dell’esito dell’incontro di via Roma, ha manifestato agli enti locali l’intenzione di posizionare misuratori di idrogeno solforato nella zona della Belleli.
Al tavolo erano presenti l’assessore all’Ambiente Carlo Saletta, quello provinciale Giorgio Rebuschi, il dirigente dello sportello unico Ildebrando Volpi, il direttore dell’Arpa Fiorenzo Songini, il direttore sanitario dell’Asl Maurizio Galavotti e alcuni tecnici degli enti.



Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *