Revocare il trasferimento del Soprintendente Luca Rinaldi


Arch. Luca RinaldiMolte sono le voci che in questi giorni  chiedono al ministro della Cultura Sandro Bondi di rivedere la decisione del trasferimento del Soprintendente Luca Rinaldi ( Soprintendente per Brescia, Cremona, Mantova) a Trieste. In primis, fra tante autorevoli voci, quella del sindaco di Mantova, Fiorenza Brioni, con cui Rinaldi ha condiviso progetti importanti per la salvaguardia del paesaggio cittadino. Martedì scorso 25 agosto, a notizia del trasferimento di Rinaldi da poco diffusa, il sindaco Brioni si è cosè espressa: «In questi anni con Rinaldi si è realizzato un importante e prezioso rapporto di collaborazione nel rispetto dei ruoli e delle competenze, ma fondato su una comune volontà tesa ad esaltare le vocazioni della nostra città, la sua identità, il suo patrimonio. Tutela e valorizzazione insieme del territorio, del paesaggio e in particolare degli elementi di unicità di Mantova città di pietra e di acqua. E a questo proposito straordinario è stato il percorso fatto insieme per riconoscere i nostri laghi e le sponde come bene culturale da tutelare».E ha anche aggiunto e sottolineato: «Per questo voglio ringraziare di cuore Rinaldi e condivido l’auspicio fatto da molte associazioni come Legambiente e Fai di un intervento del ministro per revocare la decisione del trasferimento». Nel frattempo è stato nominato il suo successore: l’architetto Andrea Alberti, 52 anni, ferrarese, che avrà in carico i beni architettonici di Mantova, Cremona, Brescia, Verona, Vicenza e Rovigo.




Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *