Progetto Biblioteca Digitale: presto on line la “Teresiana” di Mantova


E’ stato presentato venerdì 25 settembre il progetto ‘Biblioteca digitale di Mantova, dal catalogo storico alle collezioni della biblioteca Teresiana’ per rendere consultabile tutto il catalogo a schede tramite Internet. All’incontro era presente il vicesindaco Paolo Gianolio che ha sottolineato l’importanza del progetto e ha anticipato che «i lavori nella Teresiana procedono e dovrebbero terminare entro qualche mese».
Il direttore delle biblioteche Cesare Guerra spera che le 152716 schede a catalogo siano disponibili on line agli utenti già all’inizio del nuovo anno. «Si potranno vedere i dati di ciascuna scheda bibliografica, ma anche la scheda antica, disponibile sottoforma di immagine digitale», spiegano i progettisti della ditta AdActa Srl. Dal 1996 la ditta ha convertito in immagini digitali tutte le schede per la ricerca bibliografica della Teresiana e adesso le inserirà in un programma di consultazione che permetterà a tutti di sfogliare da casa, con l’uso del computer, le schede bibliografiche dal 1501, a completamento del catalogo Sbn già attivo dal 1952. All’incontro è intervenuta anche la soprintendente ai beni librari Ornella Foglieni.
Il progetto è sostenuto dal Comune di Mantova, con il contributo di Regione Lombardia, Provincia di Mantova, Fondazione Cariverona e Fondazione Bam.

TeresianaE’ stato presentato venerdì 25 settembre il progetto ‘Biblioteca digitale di Mantova, dal catalogo storico alle collezioni della biblioteca Teresiana’ per rendere consultabile tutto il catalogo a schede tramite Internet. All’incontro era presente il vicesindaco Paolo Gianolio che ha sottolineato l’importanza del progetto e ha anticipato che «i lavori nella Teresiana procedono e dovrebbero terminare entro qualche mese».Il direttore delle biblioteche Cesare Guerra spera che le 152716 schede a catalogo siano disponibili on line agli utenti già all’inizio del nuovo anno. «Si potranno vedere i dati di ciascuna scheda bibliografica, ma anche la scheda antica, disponibile sottoforma di immagine digitale», spiegano i progettisti della ditta AdActa Srl. Dal 1996 la ditta ha convertito in immagini digitali tutte le schede per la ricerca bibliografica della Teresiana e adesso le inserirà in un programma di consultazione che permetterà a tutti di sfogliare da casa, con l’uso del computer, le schede bibliografiche dal 1501, a completamento del catalogo Sbn già attivo dal 1952. All’incontro è intervenuta anche la soprintendente ai beni librari Ornella Foglieni.

Il progetto è sostenuto dal Comune di Mantova, con il contributo di Regione Lombardia, Provincia di Mantova, Fondazione Cariverona e Fondazione Bam.




Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *