Paolo Ferri, il Mantovano Che Ha Fatto il Giro d’Italia in Vespa


Intervista a Paolo Ferri, il mantovano che ha fatto il giro d’Italia in Vespa. Mantova-Portopalo di Capopassero-Mantova. 5200 chilometri in solitaria. 30 giorni, dal 27/07/2009 al 27/08/2009.

Paolo Ferri durante il viaggio

Paolo Ferri durante il viaggio

Ciao Paolo, innanzitutto raccontaci un po’ di te. Chi sei, cosa fai?
Mi presento sono Paolo Ferri ho 29 anni e mi occupo da circa 15 anni di restauro e conservazione di vespa, la mia grande passione che occupa la maggior parte del mio tempo.
Inoltre colleziono assieme a mio fratello Fabrizio qualche auto d’epoca, praticamente è una malattia viscerale per la meccanica in generale.

Come ti è venuta l’idea del giro d’Italia in Vespa in 30 giorni?
L’idea del viaggio nasce dalla voglia di visitare il mio paese in una prospettiva differente, sulla strada e a contatto con la gente, e di allontanarmi per un breve periodo da tutti, una sorta di sfida con me stesso.

Come mai in solitaria?
Solitamente i viaggi in vespa li ho fatti con amici, quindi psicologicamente cambia molto, il viaggio in solitaria ha i suoi pregi: puoi decidere quando, dove e come fermarti, mangiare quello che vuoi. Insomma, piena libertà. Ma ci sono anche aspetti negativi: quando sei stanco e ti senti un po’ solo non c’è nessuno che ti tira su il morale, quando succedono inconvenienti meccanici sei solo a sistemare il guasto, e non è mai bello trovarsi in posti poco piacevoli da solo. Comunque questa esperienza la consiglio a qualsiasi persona!

Come hai scelto le località da visitare?
Non ho pianificato il mio viaggio quindi non avevo tappe fisse, quando ero stanco e cominciava a fare buio, iniziavo la ricerca per dormire nella zona in cui mi trovavo, a volte in hotel altre volte in campeggio.

I tuoi amici ti seguivano su Facebook, giusto?
I miei amici mi seguivano tramite Facebook dove sono stati creati eventi che seguivano il mio viaggio e, quando potevo, scrivevo dove mi trovavo e come procedeva.

Ci sono stati guasti o inconvenienti durante il viaggio?
Guasti meccanici ne ho avuti pochi: un filo gas, qualche lampada e l’olio motore. Nel complesso la Vespa che ho restaurato per il mio viaggio ha retto alla grande i 5200 km di strada.

Il posto più bello visitato durante il viaggio?
E’ difficile scegliere il posto più bello. L’Italia è piena di posti magnifici e scenari incantevoli, posso sicuramente dire che Tropea in Calabria ha un mare stupendo, ed Erice in Sicilia è spettacolare. Però, ripeto, l’Italia è sicuramente tra i paesi più belli del mondo e vale la pena visitarla tutta!

Progetti per il futuro? Hai in mente nuove imprese?
Nel futuro mi piacerebbe realizzare il mio sogno: aprire un negozio che tratti solo Vespa e dare la possibilità a tutti gli amanti di questa piccola due ruote di avere un punto di riferimento nel settore vespistico.
Come prossimo viaggio sto pianificando di andare in Marocco, passando per Francia e Spagna, fino al deserto del Sahara, vediamo se riesco ad organizzare tutto al più presto e riprendere di novo la strada!

Grazie Paolo per l’intervista, e in bocca al lupo per i tuoi progetti futuri!




1 Commento

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *