16 Nuovi Alloggi di Edilizia Sociale a Formigosa


L’Assessore regionale Mario Scotti e il Vice Presidente Enzo Lucchini inaugurano sabato 27 Febbraio 2010 alle ore 11.00 a Formigosa (Mantova) nuovi alloggi a canone sociale.
E’ il primo intervento realizzato con il cofinanziamento di Regione Lombardia

Edilizia SocialeE’ il primo intervento di edilizia a canone sociale a essere inaugurato in tutta la Lombardia e completato con il concorso economico della Regione; complessivamente si tratta di 16 nuovi alloggi per l’affitto a canone sociale realizzati a Mantova in località Formigosa.

La cerimonia inaugurale si terrà in via Vivanti sabato 27 febbraio alle ore 11. A tagliare il nastro sarà l’Assessore alla Casa e Opere Pubbliche della Regione Lombardia Mario Scotti insieme al Vice Presidente del Consiglio Regionale Enzo Lucchini, al Sindaco della Città di Mantova Fiorenza Brioni, al Presidente dell’Associazione Nazionale Legacoop Abitanti Luciano Caffini e al Presidente di Coop. Case Mantova Daniele Borsatti.

L’intervento, promosso inizialmente dal Vicepresidente Enzo Lucchini, è stato realizzato con il cofinanziamento di Regione Lombardia per un importo di 2 milioni e 343mila euro. Sono state realizzate due palazzine di 8 appartamenti ciascuna distribuiti su due piani, con camera doppia, soggiorno e cucina abitabile, giardino privato e portici al piano terra, loggia e balconi al primo piano, garage con doppio posto auto e cantine al piano interrato.

“Con questa realizzazione, portata a termine in tempi record e con risultati eccellenti –commenta il Vice Presidente Enzo Lucchini (FI-PdL)- Mantova si pone come apripista di un nuovo modo di concepire l’abitare. Inaugurando questi nuovi alloggi Regione Lombardia non si limita infatti semplicemente a soddisfare il bisogno di nuove abitazioni, ma soprattutto promuove una concezione dell’abitare strettamente legata anche alla qualità della vita quotidiana e dell’arredo urbano e al comfort domestico. Gli alloggi di edilizia sociale di Formigosa ne sono un esempio evidente”.




Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *