BCC Lombardia: oltre 260 milioni di euro per il Territorio


Federazione Lombarda delle Banche di Credito Cooperativo. Bilancio Sociale 2009: oltre 260 milioni di euro per il territorio.

In tempo di crisi le BCC lombarde confermano il loro sostegno al territorio:

  • oltre 10,5 milioni di euro a sostegno delle famiglie in difficoltà
  • 4,6 milioni di euro come Anticipo CIG
  • quasi 1 milione di euro a contrasto dell’usura
  • oltre 182 milioni di euro di finanziamenti erogati a imprese cooperative lombarde
  • 48 milioni di euro per promuovere la produzione di energia da fonti rinnovabili
  • 21,9 milioni di euro di elargizioni in beneficenza e sponsorizzazioni

Milano, 2 novembre 2010 – Il Convegno di Studi “BCC Lab: costruiamo insieme il futuro” dalla Federazione Lombarda delle Banche di Credito Cooperativo, momento di riflessione sui temi della governance, delle politiche territoriali e delle scelte strategiche (conclusosi a Praga lo scorso 17 ottobre 2010), è stata occasione per la presentazione dei risultati del Bilancio Sociale 2009 del Credito Cooperativo lombardo.

Federazione Lombarda delle Banche di Credito CooperativoNel corso del 2009 le BCC lombarde hanno confermato come la fiducia reciproca, che lega la cooperazione di credito alle comunità in cui opera, si manifesti con particolare evidenza nei periodi di crisi economica: la raccolta diretta è cresciuta dell’8,2% (+3,5% il sistema creditizio lombardo), gli impieghi sono aumentati del 6,4% (-1,8% il dato del sistema creditizio lombardo).

Per quanto concerne le famiglie consumatrici questo significa che nel corso del 2009 in Lombardia il 16,2% della raccolta diretta delle famiglie è stata affidata alle BCC (+0,9 punti percentuali rispetto al 2008) ed il 6,3% dei finanziamenti alle famiglie è stato erogato dal credito cooperativo.

Dal punto di vista delle imprese il tasso di crescita degli impieghi pari al 5,3% per le BCC lombarde, marca la differenza con il resto del sistema del credito che registra una contrazione pari al -3,5%, confermando il ruolo di motore dello sviluppo proprio del credito cooperativo.

La scelta delle BCC lombarde di rimanere accanto al mondo imprenditoriale, nonostante le difficoltà, si è quindi tradotta in un aumento della quota di mercato dal 6,7% del 2008 al 7,4% del 2009.

Il costante orientamento alla ricerca di uno sviluppo sostenibile che permea scelte ed azioni delle Banche di Credito Cooperativo si è palesato in numerose iniziative: quasi 1 milione di euro di finanziamenti sono stati erogati nell’ambito di iniziative a contrasto dell’usura; 10,5 milioni per prestiti a sostegno delle famiglie in difficoltà; 4,6 milioni di euro come Anticipo CIG (Cassa Integrazione Guadagni), 440 milioni di euro di impieghi hanno beneficiato dell’accordo noto come Moratoria Imprese.

Particolare attenzione è stata posta anche al tema della sostenibilità ambientale, con 48 milioni di euro di finanziamenti delle Bcc lombarde per promuovere la produzione di energia da fonti rinnovabili.

Ulteriormente intensificate, nel 2009, anche le relazioni delle Bcc lombarde con le imprese cooperative di altri settori (sociale, di produzione e lavoro, di consumo, …), a cui sono stati erogati oltre 182 milioni euro (+38% rispetto al 2008), e con il segmento no profit, come testimonia la crescita del 6% registrata dalla raccolta diretta e l’aumento degli impieghi del 16%.

Non è mancato il sostegno al territorio anche sotto altre forme: nel 2009 le BCC lombarde hanno destinato 18,6 milioni euro ad elargizioni di beneficenza e sponsorizzazioni, a cui si aggiungono altri 3,3 milioni di euro versati al Fondo per la Promozione e lo Sviluppo della Cooperazione. Un totale di 21,9 milioni di euro, pari ad oltre 60.000 euro al giorno.

8.743 i progetti finanziati nel 2009: 2.243 progetti di assistenza e pubblica utilità; 1.211 attività ricreative; 1.096 iniziative culturali; 2.038 attività sportive; 675 progetti di istruzione e formazione; 1.480 legati a istituzioni religiose.

A quanto descritto si aggiunge la partecipazione delle BCC lombarde alla raccolta fondi coordinata da Federcasse “Il Credito Cooperativo per l’Abruzzo”, con una donazione di oltre 1.000.000 di euro, alla quale si sono aggiunti i 52.000 euro offerti dai dipendenti e i contributi devoluti direttamente da amministratori, soci e clienti. Attraverso l’iniziativa “Il Credito Cooperativo per l’Abruzzo” sono stati raccolti, complessivamente, 5 milioni di euro da oltre 9.000 donatori, importo destinato alla ristrutturazione di Palazzo Margherita – sede storica del Comune dell’Aquila – e dell’annessa Torre Civica.

“I dati del Bilancio Sociale 2009 testimoniano come l’impegno delle BCC nel vivere pienamente la propria dimensione mutualistica, dando forma al legame con il territorio in cui operano, si traduca, soprattutto nei periodi di crisi, in azioni concrete, rivolte anzitutto a sostegno delle famiglie, delle imprese, dell’economia reale” – ha dichiarato Alessandro Azzi, Presidente della Federazione Lombarda delle Banche di Credito Cooperativo – “Tutto questo senza far mancare il sostegno alle diverse iniziative a sfondo sociale, di soccorso alla marginalità, di attenzione alla prevenzione sanitaria, alla previdenza, all’ambiente, alla formazione ed alla cultura. Questo per la responsabilità, o meglio corresponsabilità, che ci unisce alle nostre comunità locali, nell’agire presente e nella costruzione di un futuro comune”.




Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *