Tra cinema e letteratura sulle orme di Mario Monicelli


Un pubblico attento e numeroso ha assistito con favore all’evento collaterale del FestivaletteraturaMario Monicelli e i Mondadori, tra letteratura e cinema”, proposto ieri a Mantova dall’Associazione Festival Internazionale del Cinema in collaborazione con il Comune di Ostiglia.

Mario Monicelli e i Mondadori, tra letteratura e cinema

Mario Monicelli e i Mondadori, tra letteratura e cinema

Erano presenti per portare il saluto delle istituzioni l’Assessore alle Politiche culturali, Saperi e identità dei territori della Provincia di Mantova Francesca Zaltieri e il Sindaco di Ostiglia Umberto Mazza, che hanno sottolineato l’importanza culturale di un appuntamento che pone in primo piano la cultura, il cinema e l’editoria, mostrandoli attraverso lo sguardo privilegiato di alcuni dei maggiori esponenti italiani.

L’incontro, che si colloca nel più ambio contesto del “Premio Ostiglia – Arnoldo Mondadori. Un libro al cinema”, è stato condotto al Direttore Artistico Luigi Giuliano Ceccarelli e ha visto la presenza di Chiara Rapaccini, artista e compagna di Mario Monicelli, e di Luca Formenton Macola, nipote di Arnoldo Mondadori, a sua volta attivamente impegnato nell’editoria.

A loro è stato affidato il racconto dell’affascinante saga dei Monicelli e dei Mondadori, imparentati anagraficamente e idealmente in una storia che affonda le sue radici nel mantovano e che si sviluppa tra editoria, letteratura e cinema attraverso il ‘900.

Una storia di passioni intellettuali e coraggio imprenditoriale, ma anche di amicizia e di autentici rapporti umani, che ha segnato la cultura italiana.

Racconti di aneddoti, ricordi d’infanzia, stralci di vita hanno tracciato un ritratto di Monicelli che ha messo in luce l’intelligenza, l’umiltà, il coraggio e l’ironia dimostrata dal grande artista tanto sul lavoro quanto nel privato.

A seguire si è tenuta la proiezione in anteprima del film “Monicelli Monicelli – Modelli e culture del cinema italiano”, realizzato dal Dipartimento Comunicazione e Spettacolo – Università Roma Tre, con il contributo e il patrocinio del MiBAC – Direzione Generale per il Cinema.

Questo documentario, introdotta dal regista Vito Zagarrio e da Enrico Carocci, curatore dei contenuti redazionali, è il frutto di tre lunghe conversazioni realizzate a casa del Maestro tra la fine del 2008 e l’inizio del 2009. Monicelli parla del suo lavoro di regista, della costruzione dell’immagine e della direzione degli attori; di come nasce l’idea per una nuova sceneggiatura e di come si costruiscono i personaggi; ma anche della sua formazione culturale, dei riferimenti ai maestri del cinema muto, dei rapporti con i colleghi “autori” e con la critica; infine dei modelli di comicità e dei loro rapporti con la società italiana, nel passato e nel presente.

L’incontro è collegato alla quarta edizione del “Premio Ostiglia-Arnoldo Mondadori. Un libro al cinema” di cui Mario Monicelli era, e simbolicamente resta, Presidente della Giuria e che i prossimi 8 e 9 ottobre 2011 premierà ad a Ostiglia (MN) paese di origine dei Mondadori e dei Monicelli, il miglior binomio libro-film 2010.

Nel corso dell’evento, che prevede una mostra realizzata in collaborazione con la Fondazione Mondadori, un convegno le proiezioni a ingresso libero dei tre film finalisti, una giuria composta da Chiara Rapaccini Andrea Purgatori, Luca Formenton Macola, Ivana Monti, e Franco Tatò decreterà il vincitore del Premio tra i tre binomi libro/film selezionati:

Una sconfinata giovinezza
Libro: Una sconfinata giovinezza di Pupi Avati, Garzanti.
Film: Una sconfinata giovinezza di Pupi Avati. Produzione: DueA Film, Rai Cinema. Distribuzione: 01 Distribution. Con Fabrizio Bentivoglio, Francesca Neri, Serena Grandi, Gianni Cavina, Lino Capolicchio.

Noi credevamo
Libro: Noi credevamo di Anna Banti, Mondadori.
Film: Noi credevamo di Mario Martone. Produzione: Palomar, Rai Cinema, Les Films d’Ici. Distribuzione: 01 Distribution. Con Luigi Lo Cascio, Renato Carpentieri, Luca Barbareschi, Anna Bonaiuto, Luca Zingaretti, Toni Servillo.

20 sigarette
Libro: Venti sigarette a Nassirya di Aureliano Amadei, Einaudi.
Film: 20 sigarette di Aureliano Amadei. Produzione: R&C Produzioni. Distribuzione: Cinecittà Luce. Con Vinicio Marchioni, Carolina Crescentini, Giorgio Colangeli, Orsetta De Rossi, Alberto Basaluzzo.
Nel corso della cerimonia di premiazione, che si terrà nella mattinata di domenica 9 ottobre, saranno premiati alcuni autorevoli rappresentanti (registi, attori e scrittori) dei film finalisti




Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *