È Women Friendly l’Istituto Scientifico di Castel Goffredo


Con due Bollini Rosa l’Istituto Scientifico di Castel Goffredo dell’IRCCS Fondazione Salvatore Maugeri entra a far parte del network nazionale di Ospedali a “misura di donna” individuati dall’Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna (O.N.Da) che, fin dalla sua istituzione nel 2007, riconosce e premia le strutture che si distinguono per i servizi socio-sanitari e i percorsi diagnostico-terapeutici nell’ambito dell’assistenza e cura di patologie di maggior rilievo clinico ed epidemiologico per le donne.

Bollino Rosa Ospedale Donna Istituto Scientifico di Castel Goffredo (Mantova)L’assegnazione si è svolta stamani presso la Sala Conferenze della Camera dei Deputati di Roma, per l’Istituto Scientifico di Castel Goffredo hanno partecipato il dr. Giuseppe Grioni, Direttore dell’Istituto, e il dr. Piergiuseppe Mondini, Responsabile Amministrativo.

Due Bollini Rosa su tre assegnati all’Istituto Scientifico di Castel Goffredo per le cure garantite e i servizi erogati presso l’Unità Operativa di Neurologia e di Reumatologia.

La prima con i suoi 40 posti letto, 400 ricoveri ordinari all’anno e 50 in day hospital, offre servizi dedicati alla diagnosi precoce della Malattia di Alzheimer attraverso esami clinici per la valutazione multifunzionale, test neuropsicologici e neuro immagini, servizi di fisioterapia individuale e di gruppo oltre che un servizio di assistenza continuativa, di formazione e informazione mirata a evidenziare i sintomi della malattia che colpisce prevalentemente le donne.

L’U.O. Semplice di Reumatologia, 20 posti letto, 400 ricoveri ordinari all’anno, offre invece servizi di valutazione specialistica, riabilitazione, monitoraggio e ausili sanitari gratuiti per le donne affette da patologie reumatiche oltre che promuovere attività formativa e informativa, di ricerca scientifica su artriti croniche e osteoporosi correlata. Considerato infatti che quest’ultima malattia colpisce il 33% delle donne tra i 60 e 70 anni e può essere circoscritta con una serie di accorgimenti come una corretta alimentazione e una regolare attività fisica, è stato sviluppato un percorso diagnostico e terapeutico per prevenire il rischio osteoporosi.

Due Bollini Rosa assegnati anche per i servizi offerti dall’Istituto nel rispetto dei diritti delle donne, tra questi: informazioni chiare e trasparenti sul Progetto Terapeutico Personalizzato, l’attivazione di un servizio di mediazione culturale, documentazione informativa multilingue e dieta correlata alle esigenze delle pazienti straniere oltre che un programma organico di Terapia del Dolore.

Le strutture premiate a livello nazionale con 1, 2 o 3 bollini rosa entrano così a far parte della rete nazionale di ospedali che si distinguono per “l’eccellenza” raggiunta secondo tre criteri individuati da un team multidisciplinare ed espressi nelle linee guida del Ministero della Sanità: la presenza di unità operative dedicate all’assistenza e alla cura delle malattie prettamente femminili, l’assistenza psico-fisica, la tutela della persona attraverso l’umanizzazione delle cure.

L’Advisory Board, la commissione che ha valutato le strutture che si sono candidate, ha validato i punteggi conseguiti considerando eventuali aspetti distintivi come progetti di ricerca, pubblicazioni scientifiche e servizi clinici di particolare rilievo.

Inoltre, grazie a un accordo con Federfarma la Guida Nazionale Bollini Rosa sarà consultabile in formato digitale nelle 17.000 farmacie aderenti all’iniziativa.

A livello nazionale e per il biennio 2012-2013 hanno ricevuto 3 Bollini Rosa 48 Ospedali, 2 Bollini Rosa 112 Ospedali e 1 Bollino Rosa 64 Ospedali. A partire dal 2007, 5 degli Istituti Scientifici di Fondazione Maugeri hanno ricevuto questo riconoscimento diventando “women friendly”.

Maggiori informazioni: www.bollinirosa.it




Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *