Approvate le vendite promozionali anche prima dei saldi in Lombardia


Vendite promozionali anche un mese prima dell’inizio dei saldi. La Giunta regionale ha approvato ieri il provvedimento.

Legge vendite promozionali e saldi - Confcommercio MantovaFederModaMantova informa che a seguito della sollecitazione avanzata alla Regione da FederModaLombardia unitamente alla Confcommercio Lombardia, il Consiglio regionale ha approvato ieri 6 giugno 2012 il progetto di legge sulla “Sospensione del divieto di effettuare vendite promozionali nei periodi antecedenti i saldi”.

Il provvedimento ha natura sperimentale ed ha durata di un anno e, per ragioni di urgenza, entrerà in vigore dal giorno successivo a quello della pubblicazione su BURL (presumibilmente l’8 giugno 2012) e quindi con entrata in vigore da sabato 9 giugno 2012.

Con questa legge, sarà possibile per i commercianti effettuare ribassi sui prezzi di vendita di uno, più o tutti i prodotti di moda, abbigliamento, calzature e articoli sportivi anche nel mese precedente i saldi (l’inizio delle vendite di fine stagione è fissato per il 7 luglio 2012).

La crisi in corso sta creando gravi difficoltà e in alcuni casi anche la chiusura di numerosi negozi di settore, riducendo contemporaneamente il potere di acquisto dei consumatori che, tra l’altro, dovranno sostenere nel mese di giugno importanti sforzi fiscali.

“E’ una legge che può aiutare le imprese del dettaglio moda in un momento economico così difficile, alcune delle quali sono state messe ancora di più in difficoltà dal recente evento sismico” commenta la presidente di FederModaMantova Carmen Zapparoli.

“L’iter di questo progetto di legge è nato da una proposta della nostra confederazione ed è stato molto rapido – continua Zapparoli – Il dettaglio moda risente pesantemente della ridotta capacità di spesa delle famiglie: nel 2011 il potere d’acquisto è diminuito dello 0,5% e nella prima parte di quest’anno non ci sono stati miglioramenti. In Lombardia, nel solo primo trimestre del 2012, 495 aziende del dettaglio moda abbigliamento, pelletteria, calzature, tessuti ed articoli sportivi, hanno abbassato la saracinesca a fronte di 188 nuove aziende che hanno aperto”.

“La crisi del nostro settore – conclude Zapparoli – è stata riconosciuta anche dall’Agenzia delle Entrate con un correttivo nello Studio di settore Tessile, Abbigliamento e Calzature. Ci tengo però a puntualizzare che le promozioni, come dice la legge, non sono saldi, cioè vendite di fine stagione che continueranno ad essere un’opportunità per i consumatori e che in Lombardia partiranno il 7 luglio 2012”.




Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *