Revere: festa della donna come incontro tra tre generazioni


Venerdì 8 marzo 2013 la festa della donna a Revere è stata un incontro tra tre generazioni ed ha avuto come location il Centro Sociale Auser.

MimosaLa manifestazione, intitolata “Donna, primavera della vita”, ha abbinato parentesi culturali e gastronomiche, che han visto tra l’altro la prima edizione del concorso “Dolci dell’8 Marzo” con un giurì di gourmet, che ha premiato il dolce a forma di cuore di Sandra Bianco.

A dare vivacità alla giornata sono stati una quarantina di ragazzi delle Scuole Elementari di Revere, accompagnati dalle docenti Dircella Benedusi e Rosa Laddago. Gli studenti hanno relazionato sulla condizione sociale meno felice dei loro coetanei nel mondo, avvalendosi anche di disegni e citazioni per interpretare più realisticamente i loro racconti.

Sono intervenuti inoltre il Presidente del Centro Sociale Auser, Leonardo Iovino che ha illustrato le finalità della kermesse e l’Assessore ai Servizi Sociali del Comune di Revere, Odilla Chiodarelli, che ha portato i saluti dell’Amministrazione Comunale ed ha ringraziato gli organizzatori per l’impegno profuso sulle tematiche sociali, che il Centro sta portando avanti con il nuovo Consiglio Direttivo in carica da meno di un anno.

Applauditissimo è stato inoltre l’intervento di Gabriela Parlog, moglie del segretario del Centro Auser Mario Manzalini, che ha ripercorso il tragitto della Festa della Donna, dal suo tragico inizio del 1908 negli Stati Uniti e fino alla sua continuazione in Italia per merito dell’UDI, Unione Donne Italiane. Dopo l’omaggio floreale di mimose alle donne presenti, è stata la volta del taglio delle torte e la festa delle donne è diventata davvero una festa di incontro tra tre generazioni, che ha visto il Centro Auser aperto alle iniziative di tutti i reveresi.

Marilena Buganza




Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *