Pieve di Coriano capitale del cicloturismo dal Garda al mare


Pieve di Coriano (MN): è qui l’epicentro del turismo Garda-mare

Pieve di Coriano (Mantova)Da venerdì 19 a domenica 21 luglio 2013 a Pieve di Coriano è andata in scena una tre giorni dedicata agli itinerari ciclabili dal Garda all’Adriatico con prove tecniche di cicloturismo Pieve-Goro e Pieve-Peschiera.

Le sinergie importanti tra enti pubblici e privati,la presentazione dei servizi e del vademecum per gli ecobiker dell’Oltrepò mantovano han dimostrato che quest’offerta turistica low cost ed ecosostenibile è vincente ed è una chiave di volta per il rilancio occupazionale.

Lo start è stato il convegno di venerdì 19 luglio a Pieve di Coriano, nella sala civica Pertini, meeting che ha visto la presentazione di 4 progetti di mobilità dolce e la presenza dei sindaci del Basso Mantovano e non solo.

Il moderatore è stato il giornalista Nicola Antonietti, il quale ha evidenziato come la ciclovia Garda-Adriatico consenta uno sbocco sul mare, che la Lombardia mai avrebbe potuto avere.

Poi ha passato il testimone al primo cittadino di Pieve Andrea Bassoli e al presidente Consorzio Oltrepò Mantovano Alberto Manicardi, il quale ha evidenziato gli sviluppi dell’attivià fatta sul territorio da parte del Conzorzio stesso intesa come riscostruzione in chiave turistica.

Di seguito Alberto Grandi assessore alla Sostenibilità Ambientale e alla Pianificazione territoriale della Provincia di Mantova, ha esplicato il plusvalore della collaborazione turistica tra istituzioni messa in campo che darà i frutti nei prossimi anni, aggiungendo che il cicloturismo si dovrà saldare con il turismo acquatico, come elemento potenziale sviluppo del territorio.

Roberto Ricci Mingani dirigente Servizio Turismo Provincia di Ferrara ha detto che è necessario lavorare sui servizi ed intercettare i tour operator da Verona a Ravenna.

Alessandro Pastacci, presidente Provincia di Mantova ha esaltato la capacità progettuale degli amministratori del territorio e dei tecnici sulla piattaforma turistica Garda-Po-Venezia, pronti ad intercettare la prossima programmazione europea .

E’ stata poi la volta dei progetti di mobilità dolce. Il primo, denominato “Dal Garda all’Adriatico in bici lungo i fiumi tra Mantova e Ferrara“, è stato tenuto a battesimo dallo stesso Bassoli, il quale ha evidenziato come con esso sia stato raggiunto un risultato molto importante: dare valore aggiunto al territorio. Quindi ha indicato gli itinerari di sabato 20 e domenica 21 luglio, ovvero prima Pieve-Goro poi Peschiera del Garda-Pieve ed ha ringraziato i siti on line, che segnalano il suo paese come capitale italiana del cicloturismo.

Il secondo planning è stato “Vento bici tour 2013”, descritto da Annarosa Rizzo del Servizio Sicurezza Stradale e Mobilità sostenibile della Provincia di Mantova, la quale ha parlato del progetto Ven-To, acronimo della ciclabile Venezia-Torino, ciclovia di km 679 della rete Bicitalia, che è il corrispettivo nazionale della ciclabile europea Eurovelo, ma anche un piano di rilancio economico. Ha quindi indicato gli elementi fondamentali per sviluppare il cicloturismo, specie nel campo dei servizi.

Il terzo progetto è stato quello degli “Itinerari cicloturistici dell’Oltrepò Mantovano”. Prima Daniele Cuizzi ideatore dei Parchi Ciclabili dell’Oltrepò Mantovano ha dato le coordinate della rete di 270 km delle ciclovie dei parchi e dell’insieme dei servizi messi a sistema, con slide geo-referenziate delle 8 aree protette, dei 21 punti sosta, degli agriturismi con info-point e pernottamento e con acqua e bici sempre gratis. Poi Davide Longfils del Consorzio Agrituristico Mantovano ha evidenziato la sinergia orizzontale straordinaria, che si è realizzata tra pubblico e privato nella progettualità della ciclovia dal Garda. all’Adriatico, e di seguito Andrea Bianchini, responsabile editoriale, ha illustrato il roadbook dell’Oltrepò Mantovano con 10 itinerari tematici.

Infine l’ultimo progetto è stato il “Masterplan della Mobilità Dolce: i percorsi ciclabili in terra di Siena” esposto da Fabio Bardelli del Gruppo Mobilità Dolce della Provincia di Siena, il quale ha sottolineato la voglia di scoprire il territorio e di mobilità turistica e sportiva. Sabato 20 luglio il sindaco Andrea Bassoli ha inforcato la bicicletta con un gruppo di 30 ciclisti del Gruppo Ciclistico River Bike di Pieve di Coriano, di Fiab onlus e con gli amici toscani guidati da Fabio Bardelli ed è stata subito Pieve-Goro, mentre domenica 21 luglio è toccato alla Pieve-Peschiera con un percorso intermodale gomma-bici-motonave, con pit stop a Mantova, Borghetto e San Benedetto Po e pranzo all’attracco fluviale di Pieve di Coriano.




Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *