Tripadvisor Mantova: come funziona e perché è utile


Tripadvisor: un’enorme anagrafe di recensioni da cui è sconsigliabile uscire.
Martedì 19 novembre 2013 a Mantova l’incontro con il Territory Manager Italia di Tripadvisor Gianluca Laterza

logo TripadvisorUna quarantina di imprenditori, ristoratori, albergatori ma anche operatori attivi nel comparto dei servizi alle imprese, hanno partecipato ieri all’incontro con il Territory Manager Italia, Grecia, Turchia, Cipro e Malta per Tripadvisor Gianluca Laterza organizzato da Confcommercio Mantova.

Tripadvisor è il più conosciuto sistema reputazionale on-line, in cui gli utenti lasciano le proprie recensioni sugli alberghi, le strutture ricettive e i pubblici esercizi in cui sono stati.

“Una sorta di enorme anagrafe virtuale – spiega Laterza – da cui è impossibile e sconsigliabile uscire: sarebbe come venire cancellati dal mercato e da un sistema che dà una visibilità globale alla struttura. Qualche numero: 260 i milioni di visitatori unici mensili al mondo (ma sono 300 i milioni di persone che visualizzano i contenuti di Tripadvisor su siti partner); 2,7 milioni le strutture presenti tra cui oltre 1,1 milioni di alloggi; 100 milioni di recensioni e opinioni contenute nel sito. Tripadvisor è infine presente in 34 Paesi e 21 lingue.”

“Il viaggiatore oggi è cambiato – spiega ancora Laterza – dal turista degli anni settanta che viaggiava per dimostrare il proprio status o per trovare relax, si è arrivati al viaggista, la persona che cerca nel viaggio un’esperienza e che quindi è interessato alle esperienze raccontate dagli altri”.

Diversi i consigli dispensati dal manager: rispondere sempre alle recensioni, ringraziando per quelle positive, replicando ai commenti negativi mai in tono offeso ma sempre con parole positive.

“Non bisogna prendersela più di tanto in caso di opinioni e commenti cattivi – tranquillizza Laterza – perché ogni sistema reputazionale come è appunto Tripadvisor tende ad autopurificarsi e auto controllarsi, e alla fine è il complesso delle recensione a ristabilire la verità sull’albergo o sul pubblico esercizio. Non sarà una recensione negativa a decidere la vostra reputazione finale”.

Ancora: occorre sollecitare nuove recensioni perché il numero delle opinione è una componente del ranking finale e perché così si migliora il posizionamento su Google.

Certo anche TripAdivisor ha i suoi punti deboli, le proprie criticità: il ranking (la classificazione delle varie strutture) ordina in maniera sequenziale strutture che hanno uguale punteggio, ma solo per la necessità pratica di organizzare la pagina; ma anche le recensioni palesemente fasulle e i pacchetti di recensioni che aziende illegali vendono ad alberghi e ristoranti (sono comunque molto stretti i controlli messi in campo da Tripadvisor per evitare situazioni di questo tipo, e moltissime le recensioni non pubblicate perché sospette).

“Un incontro molto interessante” concordano a fine meeting il presidente dei pubblici esercizi e degli albergatori di Confcommercio Mantova Giampietro Ferri e Gianluca Bianchi – dobbiamo imparare a vedere questo strumento non come minaccia, ma come opportunità di miglioramento evitando l’’effetto ego’ di cui ha parlato il relatore, ovvero assolutizzare il peso della singola recensione negativa, lasciandosi condizionare eccessivamente, non rispondere ai commenti e non stimolare nuove recensioni”.




Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *