Accordo tra Ministero dell’Ambiente e Plastisac per ridurre l’impatto ambientale dei sacchetti in plastica


Al via un progetto tra l’impresa mantovana Plastisac e il Ministero dell’Ambiente per ridurre l’impronta ambientale dei sacchetti per la raccolta rifiuti

Plastisac srl MantovaMercoledì 5 novembre 2014 alle ore 11 in occasione della Fiera Ecomondo di Rimini sarà siglato un prestigioso accordo di collaborazione tra il Ministero dell’Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare e Plastisac srl per la riduzione dell’impronta ambientale relativa al settore dei sacchetti in plastica per la raccolta dei rifiuti.

L’intesa, che vede coinvolta una delle aziende leader a livello italiano nel settore dei sacchetti in plastica, verrà sottoscritta alla presenza di Francesco La Camera, Direttore Generale ad Interim della Direzione per lo Sviluppo Sostenibile il Clima e l’Energia e Lucio Bergamaschi, Amministratore Delegato di Plastisac srl.

Attraverso l’accordo il Ministero dell’Ambiente vuole diffondere modelli più sostenibili nel settore dei sacchetti in plastica per la raccolta dei rifiuti, che siano in grado di garantire altissime prestazioni, riducendo il più possibile il proprio impatto ambientale, riconoscendo il ruolo e l’impegno dell’impresa mantovana nel processo di cambiamento.

Sotto la collaborazione istituzionale, il monitoraggio e il coordinamento del Ministero dell’Ambiente attraverso la Direzione per lo Sviluppo Sostenibile, il Clima e l’Energia, Plastisac si impegna a ridurre la propria carbon footprint tramite la definizione di una metodologia per calcolare l’impronta climatica dei sacchetti, l’individuazione e l’attuazione degli interventi di riduzione dell’impronta ambientale economicamente più efficienti, la definizione di un sistema di gestione delle emissioni che ne riducano la quantità e l’individuazione delle possibili azioni per la compensazione del proprio impatto (es. piantumazione alberi, produzione energia rinnovabile, ecc.).

In tal modo Plastisac rafforza ulteriormente la propria politica ambientale, in linea con le politiche governative nell’ambito del Protocollo di Kyoto e del “Pacchetto Clima-Energia” dell’Unione Europea. L’accordo permetterà di promuovere la riduzione delle emissioni e la diffusione di modelli sostenibili di produzione e consumo afferenti al settore dei sacchetti in plastica per la raccolta dei rifiuti, per favorire la sperimentazione e la messa a punto di metodologie replicabili nel settore.

Plastisac srl, da oltre 50 anni nel settore del confezionamento, è specializzata nella produzione di film plastici in polietilene per uso industriale, tecnico alimentare e imballaggio. È inoltre una delle aziende fondatrici di Eco-chip, la rete di imprese italiane che propone soluzioni smart per la gestione dei rifiuti in tutta Italia.

Per scoprire di più sull’accordo con il Ministero, l’appuntamento è alla Fiera Ecomondo di Rimini, dal 5 all’8 novembre 2014, presso il padiglione B1, stand n°035.




Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *