RaiMondo vince il premio per la miglior Reinterpretazione di un brano di Mogol e si classifica al 2° posto assoluto alla X edizione di Musica Controcorrente 2014.

RaiMondo Mantova cantante
RaiMondo

RaiMondo di Mantova, con una intesa esibizione di “Senza Luce” con l’accompagnamento alle tastiere di Gabriele Barlera, si è aggiudicato la targa per la migliore reinterpretazione, ex aequo, di un brano di Mogol e il secondo posto nella categoria “Inediti” con il brano “Volare sai” – da lui stesso scritto -, alla X edizione di Musica Controcorrente 2014, la rassegna di canzone d’autore, che si è svolta lo scorso week end presso il teatro de “La Tenuta dei Ciclamini”, di Avigliano Umbro, sede del CET, la più importante scuola musicale per autori e compositori diretta da Mogol.

E Proprio a Mogol, al quale la manifestazione rendeva omaggio nell’anno del decennale, il patron della manifestazione Sergio Garroni, ha consegnato, con grande emozione, la Targa Autore Controcorrente 2014 per il suo immenso contributo alla musica popolare italiana e per la sua inequivocabile esperienza.

Fin dall’infanzia nasce in Raimondo la vena artistica del canto che lo porterà nel 2007 a studiare presso l’ArciTom di Mantova. Successivamente nello stesso anno, avvengono le prime esibizioni e le prime partecipazioni a concorsi provinciali, aggiudicandosi sempre il podio.

Nel frattempo frequenta, sempre a Mantova, l’istituto D’arte Giulio Romano dove si diploma nel 2010. Arrivato al bivio tra musica e studio sceglie con fermezza la Musica, e per non pesare sulle spalle della famiglia nello stesso anno inizia a lavorare come commesso presso un negozio d’abbigliamento nel centro Mantovano. Questo dura solamente fino al 2011 quando Raimondo decide di far della musica definitivamente il proprio lavoro.

Inizia con un po’ di difficoltà, ad improvvisare un impianto con il quale esibirsi nelle sue prime serate, avendo un discreto successo, che lo porterà nel giro di un anno ad essere contattato in vari locali noti del mantovano e della zona del lago di Garda.

Ad oggi si dedica completamente al suo progetto di cantautorato, lavora esibendosi soprattutto nella zona del Garda, e contemporaneamente insegna canto presso una scuola di musica in Goito (MN).

Tre serate di grande musica, ad ingresso libero, condotte dalla showgirl Arianna Porcelli Safonov che ha portato alla luce un promettente sottobosco musicale in fermento e messo in evidenza le migliori proposte creative del panorama emergente della musica d’autore italiana.

Tra queste, Nòe, al secolo Noemi Canizzaro di Menfi (AG), con “Finisce qua” – premiata direttamente per mano dello stesso Mogol presente a tutta la serata finale – che si è aggiudicata il primo premio Musica Controcorrente, consistente in una borsa di studio al CET, una crociera di tre giorni con esibizione sulla Grimaldi Line per il 2015, offerta da ENDAS e, inoltre, la partecipazione gratuita al week-end “JAM STAGE”, (due giornate di laboratorio pratico per Autori, Compositori, Cantautori ed Interpreti) organizzato da Casamusica con gli autori e compositori Francesco Morettini e Luca Angelosanti presenti in giuria e altri operatori del settore musicale e discografici. Al terzo posto Francesca Viaro di Mestre, (VE) con “Va come deve andare”, un brano che ha esaltato le sue doti compositive, vocali e ritmiche. Alla cantautrice veneta, è stata inoltre conferita la targa ex aequo per la migliore reinterpratazione del brano di Mogol “Impressioni di Settembre”.

Il Premio della Critica è andato ad Alba Pluma, duo acustico voce e chitarra formato da Letizia Argenziano e Silvio Berloco, che hanno presentato il brano “Al di qua”, riflessioni poetiche sull’arte di scrivere e sul significato del silenzio delle parole.

Priscilla Bei di Roma con il brano “Samba di città” si è aggiudicata il Premio SIAE per la migliore composizione, sua anche la targa ex aequo per la migliore reinterpretazione, del brano “Vento nel Vento” di Mogol.

Ed infine al brano “L’esperienza di un cammino” interpretato da Frieda e scritto dal suo chitarrista accompagnatore Luca Passerotti, è stata assegnata la Targa Federazione Autori per il Miglior Testo.

I premi e i riconoscimenti sono stati assegnati da nomi noti e operatori del settore musicale quali membri di giuria presenti alla serata finale: Sergio Garroni patron della manifestazione; Giuseppe Anastasi (noto autore e vincitore di due edizioni del Festival di Sanremo, l’ultimo dei quali con il brano “Controvento” interpretato da Arisa); Francesco Valente (chitarrista, arrangiatore e produttore); Leopoldo Lombardi, produttore e già Presidente A.F.I.; Luca Angelosanti e Francesco Morettini (Casamusica) entrambi musicisti, parolieri e produttori; Giorgio Tramacere, Avvocato specialista di diritto d’Autore, docente Area Sanremo e produttore; e Roberto (Roby) Turatti, noto DeeJay e produttore.

A Riccardo Sinigallia – che si è esibito con Francesco Valente alla chitarra e Laura Arzilli al basso elettrico – è stato inoltre consegnato, dal Patron Sergio Garroni, il Premio alla Carriera; un percorso in continua ascesa quello del cantautore romano che in questi anni ha saputo ritagliarsi il proprio spazio nel panorama della canzone d’autore italiana contemporanea.

Sul palco anche il cantautore e docente del CET, Giuseppe Anastasi, che ha riproposto, chitarra e voce, i suoi brani più famosi nella loro versione quasi embrionale: “La Notte” che gli è valso un secondo posto nel 2012 al Festival di Sanremo e diventata hit in Sud America e “Controvento”, canzone vincitrice dell’edizione 2014, entrambe portate alla ribalta da Arisa.

Il concorso, partito dieci edizioni fa, nel 2005, a Poggio Bustone, paese natale di Lucio Battisti, oggi corona il decennale omaggiando il più grande autore italiano, Mogol. Un binomio ancora oggi irripetibile che ha regalato alla Canzone d’Autore Italiana liriche indimenticabili. In passato i concorrenti (oltre a proporre i propri inediti) hanno riarrangiato brani di Battisti, De Andrè, Modugno, Califano, Paoli, Lauzi, Dalla e Bersani.

Il concorso della canzone d’autore è organizzato dall’Associazione Musica Controcorrente di Roma con il patrocinio di SIAE, Federazione Autori, Endas Lazio, Endas Lazio Litorale, Regione Umbria, Provincia di Terni. La manifestazione è inoltre stata resa possibile grazie al contributo di alcuni sponsor privati.




Scritto da:
Data: 6 novembre 2014
Categoria: Cronaca


Inserisci un commento