Banca Monte dei Paschi e Axa MPS a Mantova per sensibilizzare i cittadini alla previdenza


Un incontro informativo per approfondire i temi legati alla previdenza complementare rivolto a lavoratori dipendenti, autonomi e liberi professionisti

Banca Monte dei Paschi e Axa MPS a MantovaQuando potrò andare in pensione? Che pensione avrò? Quali i vantaggi nell’aderire alla previdenza complementare?

Sono questi alcuni degli interrogativi al centro dell’incontro organizzato a Mantova da Banca Monte dei Paschi di Siena e AXA MPS per approfondire i temi legati alla previdenza complementare e contribuire alla costruzione di una consapevolezza sempre maggiore sull’importanza di prepararsi per tempo alla pensione.

Al dibattito, che si è svolto giovedì 12 febbraio 2015 a Cerese di Virgilio (Mantova), hanno preso parte molti cittadini, tra lavoratori dipendenti, autonomi e liberi professionisti, attratti dalla possibilità di poter conoscere meglio i vari aspetti della pensione integrativa, tema ancora oggi poco diffuso nel nostro Paese. Tra i relatori erano presenti per Banca Mps Elfo Bartalucci, responsabile Area Lombardia Sud ed Emilia Romagna, Tiziano Panisi, direttore territoriale mercato Mantova nord, Marco Tiezzi, responsabile ufficio commerciale retail, Elisabetta Buchetti del Settore Marketing Operativo Valore, oltre ai colleghi di AXA MPS Paolo Cafforio, responsabile distribuzione, Massimo Rebeschin, Responsabile Retail Area Nord Est e Alessio Benaglio, Specialist Sviluppo Commerciale Area Nord Est.

“Siamo contenti di poter parlare di un tema come la previdenza complementare, di fondamentale importanza per tutti i cittadini, ma spesso sottovalutato, anche a causa del continuo arretramento dello Stato su questo comparto – ha commentato Elfo Bartalucci, responsabile Area Lombardia Sud ed Emilia Romagna di Banca Mps -. L’incontro realizzato a Mantova con AXA MPS permette di chiarire aspetti interessanti, utili ad orientarsi tra piani previdenziali e fondi pensione per costruire il proprio futuro. Dalla continua sinergia tra Banca Mps e AXA MPS nasce quindi una risposta concreta alle richieste della clientela, a dimostrazione dell’attenzione che da sempre poniamo nei confronti delle nostre comunità di riferimento”.

“Le nostre iniziative sulla previdenza sono un esempio della dedizione che ogni giorno mettiamo su questo tema, puntando su innovazione, trasparenza, semplicità dei messaggi e dei linguaggi – ha sottolineato Paolo Cafforio, responsabile distribuzione AXA MPS -. Il nostro obiettivo è trasmettere un nuovo concetto di previdenza: una forma di risparmio e un investimento sul futuro, che va costruita per tempo, anche a piccoli passi. La protezione è il nostro mestiere e il nostro impegno consiste nel creare sempre più consapevolezza sul tema attraverso l’impegno delle reti distributive, nell’ideare soluzioni capaci di fornire ai clienti gli strumenti necessari per pianificare con serenità il proprio domani e nel raccontare in modi nuovi la previdenza, capaci di raggiungere anche e soprattutto i giovani, in un’ottica di education sull’importanza di pianificare per tempo il proprio futuro”.

L’incontro si è concentrato su argomenti di grande attualità come previdenza, protezione, educazione al risparmio. Nell’ultimo periodo in Italia abbiamo assistito ad una fase di ridefinizione del welfare pubblico, le cui cause sono da riscontrare soprattutto nell’evoluzione demografica, che ha visto una fase di progressivo invecchiamento della popolazione, sia per l’innalzamento della vita media, sia per un sensibile calo della natalità. Tutto ciò, sommato ad una sostanziale riduzione del supporto del welfare pubblico, ha forti ripercussioni anche in tema di previdenza.

Le proiezioni di Global Age Watch Index 2014 dicono che nel 2050 in Italia oltre il 30% della popolazione avrà più di 60 anni, sia grazie all’aumentata longevità che per la diminuzione delle nascite. L’Italia è tra i paesi con l’aspettativa di vita più alta ma come qualità della vita delle persone over 60 è solo al 39° posto su 96 paesi (rispetto a quattro fattori: reddito previsto, stato di salute, pensione ed educazione, contesto generale).

Diventa quindi di fondamentale importanza conoscere il contesto di riferimento nel mercato italiano e poter orientare le proprie scelte, perché la qualità della nostra vita in pensione è un “valore” che deve essere costruito per tempo. L’evento realizzato da Banca Monte dei Paschi e AXA MPS a Mantova va proprio in questa direzione, rappresentando un’occasione per indirizzare i cittadini verso le soluzioni più adatte a rispondere alle specifiche esigenze per integrare la pensione e difendere i propri risparmi sfruttando i vantaggi e le deduzioni fiscali tipici della previdenza complementare.




Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *