Progetto Professionalità 2014/2015: tra i vincitori anche due ragazzi della provincia di Mantova


Progetto Professionalità 2014/2015: in viaggio verso un futuro lavorativo migliore

Progetto Professionalità 2014 2015 MantovaCon impegno, motivazione e perseveranza hanno colto l’occasione di aumentare le proprie chances lavorative presentando un percorso di formazione su misura.

Sono i molti candidati che hanno partecipato alla XVI edizione del bando “Progetto Professionalità Ivano Becchi” promosso dalla Fondazione Banca del Monte di Lombardia.

I 25 vincitori hanno conquistato un’opportunità straordinaria: svolgere un’esperienza di formazione professionale personalizzata, totalmente finanziata e gratuita, in qualunque parte del mondo.

Tra di loro anche 2 ragazzi della provincia di Mantova: Stefano Marras e Paolo Razzini.

Era il 1999 quando l’iniziativa venne varata e da allora, di anno in anno, un numero sempre maggiore di giovani di talento ha tentato di cogliere questa eccezionale occasione di crescere professionalmente. Appartengono agli ambiti lavorativi più disparati, provengono da percorsi di studio eterogenei, sono desiderosi di acquisire nuove conoscenze e competenze altamente specializzate.

Gli assegnatari, che hanno tra i 18 e i 36 anni e vivono o lavorano in Lombardia, si accingono a concretizzare i loro sogni professionali seguendo progetti presso imprese, associazioni, istituti universitari o di ricerca, scuole e pubbliche amministrazioni, centri di eccellenza, in Italia e in altri Paesi, senza alcuna spesa.

Il livello delle candidature, sempre più elevato, rispecchia la solida preparazione dei ragazzi selezionati e la loro ferrea volontà di costruirsi un futuro migliore a partire dall’affinamento delle loro capacità pratico-lavorative.

Originalità e forza innovativa contraddistinguono i progetti vincitori, coerenti all’obiettivo a cui i candidati aspirano: una carriera all’altezza delle proprie potenzialità nel settore da loro scelto.

I tagli dei percorsi sono precisi e attuali: Stefano, ad esempio, si occuperà di sviluppo alimentare, Emanuele approfondirà la creazione di effetti cinematografici, mentre Valentina si specializzerà nel web design.

Stati Uniti e Gran Bretagna si confermano al primo posto tra le aree geografiche ospitanti, ma c’è anche chi si recherà in Ghana o a Singapore.

La ricerca, dall’ambito medico a quello economico, è il settore di specializzazione più richiesto, seguito da arte e cultura. La Fondazione Banca del Monte di Lombardia, grazie a Progetto Professionalità, supporta il talento dei giovani lombardi sulla strada del successo lavorativo.

Per consultare l’elenco dei 25 vincitori è possibile visitare l’apposita sezione del sito www.fbml.it




Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *