Il mantovano Stefano Marras cooperante in Ghana per occuparsi di street food


Progetto Professionalità 2014 2015 MantovaGrazie alla vittoria della XVI edizione del bando Progetto Professionalità “Ivano Becchi” il dottor Stefano Marras, 35 anni, di Bozzolo, terrà alto l’onore della terra mantovana.

Tra i 25 giovani di talento premiati dalla Fondazione Banca del Monte di Lombardia, il motivato sociologo, di Bozzolo, si è aggiudicato il finanziamento per svolgere un’esperienza di cooperazione internazionale focalizzata sullo sviluppo alimentare. Al centro del suo percorso sarà lo street food, modalità di produzione, distribuzione e consumazione di cibo diffusa nei Paesi ad alto tasso di povertà.

Dottore in Studi Urbani con una tesi sui richiedenti asilo, Marras, assegnista di ricerca del dipartimento di Scienze Economiche, si è accostato a quest’ambito nel 2011.

“Grazie all’opportunità che mi ha offerto la Fondazione lavorerò con esperti della FAO in sicurezza alimentare e politiche legate al commercio di street food, in Paesi africani dove l’alimentazione di strada rappresenta un elemento tanto centrale sul piano sociale, economico e nutrizionale, quanto problematico sul piano igienico e giuridico.”, spiega.

Trascorrerà, infatti, 6 mesi come tirocinante FAO in Ghana, facendo capo all’Ufficio Regionale per l’Africa di Accra. Stefano tornerà, così, per la terza volte nel “continente nero”.

Nel suo curriculum, infatti, oltre a un periodo di ricerca alla New York University, dove si è occupato di storia della fotografia documentaria, figurano un tirocinio presso l’Ambasciata Italiana in Sudan e un’esperienza a Nairobi, dedicato allo studio della vita nelle baraccopoli. L’assegnatario, inoltre, tra le sue prime ricerche, condotte nelle metropoli sudamericane, annovera uno studio in partenariato con Expo 2015. Fondatore dell’associazione Street Food Square, coordina lo Street Food Global Network, rete internazionale di accademici ed esperti, e ha pubblicato un volume e un cortometraggio sul tema. Grazie a Progetto Professionalità il giovane aggiungerà un tassello ulteriore alle sue competenze nell’ambito della cooperazione.




Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *