Il ristoratore italo-americano Bruno Serato alla serata conclusiva di Tuberfood 2015 a Borgofranco sul Po (MN)


Bruno Serato Fiera Tartufo Borgofranco sul Po (MN) 2015Si è conclusa all’insegna della beneficenza Tuberfood – 21° Fiera Nazionale del Tartufo di Borgofranco sul Po (MN). Presso il Trumu infatti, ieri (19 ottobre 2015) alle 18:30, si è tenuto un edificante incontro con Bruno Serato, chef ristoratore italo-americano dal cuore grande che offre pasti caldi ai bambini dei centri di solidarietà statunitensi.

L’appuntamento ha raccolto un folto gruppo di persone, alla presenza del Sindaco di Borgofranco sul Po, Lisetta Superbi che ha dato il saluto iniziale, del presidente della Pro Loco, Massimo Malavasi, che ha portato i saluti della Pro Loco e dei numerosi volontari che hanno lavorato in questa edizione record e del project manager di Tuberfood, Gabriele Manservisi, che ha mostrato attraverso alcune slides il consuntivo della Fiera Nazionale del Tartufo: un excursus delle principali iniziative svoltesi nelle serate precedenti che hanno decretato nuovo successo al consueto appuntamento Tuberfood.

Nel pubblico erano presenti anche alcuni ristoratori delle zone limitrofe, e tanti interessati appartenenti al mondo del volontariato.

Quello di Bruno Serato è del resto un esempio da seguire ed è l’invito che egli stesso ha fatto durante il racconto della sua esperienza: un appello da cogliere a livello personale, ma rivolto in special modo a quelle realtà di ristorazione già avviate che saprebbero come destreggiarsi in un progetto simile.

Attraverso la proiezione di un video, ha mostrato la realtà che vive attorno all’Anaheim White House, il ristorante di cui è proprietario sulla strada che porta a Los Angeles: tanti bambini di povere famiglie, ospitati nei motel kids, che grazie all’intervento umanitario di Serato e del suo staff – oggi della sua Fondazione caritatevole Caterina’s Club – hanno trovano ulteriore accoglienza.

Bruno ha carisma, sa coinvolgere con i gesti e con le parole; il sindaco Superbi ci dà una panoramica del clima respirato durante l’incontro al Museo: “Di grandi serate in questa 21 edizione della Fiera ce ne sono state molte, ma la più emozionante, vera e strepitosa è stata quella di ieri sera 19 ottobre 2015”.

Al termine dell’intervento di Serato, si è aperto un dibattito con gli intervenuti e Lisetta ancora afferma: “Eravamo tutti letteralmente rapiti da questo personaggio, dalla sua storia di vita; sostenere il suo nobile progetto rimarca una delle finalità che Tuberfood appoggia da sempre.”

Tuberfood è infatti molto rivolta al sociale (ricordiamo le varie iniziative benefiche appoggiate, come l’aiuto alla chiesa o alla scuola di musica…) e il sindaco si dice orgoglioso di portare avanti l’evento insieme ai volontari della Pro Loco che anche in questa edizione hanno dimostrato capacità organizzative e culinarie.

Un messaggio positivo, quindi, che proviene dalla comunità di Borgofranco sul Po: c’è un cuore “grande” che non si ferma mai, così come deve essere il cuore di un giovane, che deve sempre avere entusiasmo, senza “mai perdere la speranza di crescere in un mondo civile e giusto”.

Queste sono le parole che lo stesso Bruno Serato ha lasciato come messaggio al pubblico e che ci si augura possano essere ascoltate ancora durante prossime occasioni d’incontro con lui.




Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *