Progetto Professionalità 2015/2016: 25 giovani lombardi in viaggio per realizzare un sogno lavorativo


Il cammino verso il successo professionale parte, oggi più che mai, dal perfezionamento del proprio bagaglio di conoscenze e competenze. Ferrea motivazione e lodevole volontà di specializzarsi sono, infatti, i tratti comuni ai numerosi candidati che hanno partecipato alla XVII edizione del bando “Progetto Professionalità Ivano Becchi”, promosso, ogni anno, dalla Fondazione Banca del Monte di Lombardia fin dal 1999. Sono stati selezionati i 25 concorrenti che sono riusciti a sintetizzare nel modo più efficace i loro sogni lavorativi attraverso proposte di percorsi di professionalizzazione innovative, convincenti ed attuabili, aggiudicandosi il finanziamento, totale e gratuito, per svolgere i progetti di crescita professionale, da loro stessi elaborati, in Italia o all’estero. Tra di loro anche due giovani della zona: Eugenio D’Amico, di Mantova, che si occuperà di chimica farmaceutica e prodotti naturali in Uruguay, e Luca Mora, di Sermide, che si dedicherà alla valorizzazione dei beni culturali nel Regno Unito.

La Fondazione Banca del Monte di Lombardia, offrendo questa straordinaria opportunità, supporta il talento dei giovani del territorio con un investimento concreto sulle loro carriere e, di conseguenza, sulla crescita economica locale. I vincitori, che hanno tra i 18 i 36 anni, risiedono, lavorano o si dedicano alla ricerca in Lombardia, potranno, così, sviluppare progetti personalizzati presso imprese, associazioni, istituti universitari o di ricerca, scuole e pubbliche amministrazioni, centri di eccellenza in ogni parte del mondo.

Accompagnati da una solida preparazione di base e da una forte determinazione, gli assegnatari si recheranno oltre i confini, con l’obiettivo di acquisire abilità altamente qualificanti, e con la prospettiva di un progresso nella loro carriera una volta rientrati in Italia.

I settori di specializzazione dei vincitori sono eterogenei, così come i Paesi che li ospiteranno: la ricerca si conferma al primo posto, nei campi più diversi (dalla chimica alle neuroscienze), seguita dall’ambito medico-sanitario e da architettura e design, mentre gli USA predominano tra le aree di destinazione dei progetti, insieme al Regno Unito e all’Australia. Non mancano, inoltre, percorsi nel variegato terreno delle belle arti, nonché itinerari focalizzati sull’attenzione all’ambiente in cui viviamo, sotto differenti punti di vista.
Progetto Professionalità permetterà a questi giovani di fare la differenza, nella propria carriera e nel proprio Paese.

Per consultare l’elenco dei 25 vincitori è possibile visitare l’apposita sezione del sito www.fbml.it

vincitori Progetto Professionalità 2015 2016

 




Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *