Donato un dispositivo cercavene alla pediatria di Asola


Abeo e gli organizzatori della manifestazione “La Morenica” hanno donato l’illuminatore venoso di ultima generazione che permette di ridurre del 50% la necessità di una seconda o terza puntura

dispositivo cerca vene pediatria Ospedale Asola MantovaAbeo, l’Associazione Bambino Emopatico Oncologico onlus di Mantova, grazie al prezioso contributo degli organizzatori de “La Morenica”, la manifestazione turistica su due ruote che si è svolta l’8 maggio 2016 a Volta Mantovana, ha acquistato un dispositivo portatile di illuminazione delle vene di ultima generazione destinato alla pediatria di Asola.

L’illuminatore venoso – del valore di 6mila euro – visualizza la mappa del sistema vascolare sulla superficie della pelle, consentendo al personale sanitario di inserire l’ago nelle vene con più sicurezza ed efficacia. Questo strumento, infatti, semplice da utilizzare e presente in migliaia strutture di tutto il mondo, permette di ridurre del 50% la necessità di una seconda o terza puntura. Dettaglio di non poco conto, se si pensa che stiamo parlando di pazienti pediatrici.

“L’utilizzo di questo dispositivo, così come l’avvio della pet therapy nel nostro reparto – spiega il direttore della struttura complessa di pediatria del presidio ospedaliero di Asola Stefano Sardini – rientra nell’obiettivo finale di ridurre il più possibile nei piccoli pazienti il dolore e il trauma dell’esperienza ospedaliera. Come dico spesso ai genitori, le vene dei bambini non sono autostrade ma piuttosto viottoli di campagna, e spesso è necessario un secondo o un terzo buco per poter inserire l’ago correttamente, anche perché il bambino, giustamente, si divincola. Fondamentale è dunque poter eseguire la manovra con maggior efficacia e sicurezza”.

“Siamo felicissimi di aver contribuito a donare questo dispositivo alla pediatria di Asola – dichiara Andrea Grazi, che, insieme al motoclub Mincio e ad un gruppo di amici appassionati di due ruote organizza ogni anno l’evento – Ad eccezione di un piccolo fondo cassa, tutto il ricavato viene devoluto in beneficienza. In questa manifestazione ci mettiamo veramente il cuore: l’obiettivo finale è divertirsi e, nello stesso tempo, fare della beneficienza. Ringrazio gli sponsor e lo staff organizzativo che ci hanno sostenuto”.

“Quello de ‘La Morenica’ rappresenta un bellissimo esempio di connubio tra divertimento e solidarietà – commenta Patrizia Bonesi, vicepresidente di Abeo – abbiamo deciso di sostenere l’acquisto del dispositivo perché risponde alla mission dell’associazione, ovvero migliorare le condizioni di degenza dei bambini ospedalizzati”.




Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *