I Travel Blogger bocciano il Turismo Italiano, ma la Lombardia è fra le regioni virtuose


Turismo Italia visto da Travel BloggerLa stagione turistica estiva è ormai lontana, quella invernale si appresta a decollare. In questa fase di calma piatta, il noto sito di viaggi Travel365, ha condotto un’inchiesta interrogando ben 207 Travel Blogger sullo stato di salute del turismo in Italia.

L’obiettivo dell’inchiesta è “analizzare i principali indicatori di qualità dell’offerta turistica del nostro paese” e “tradurre in numeri e statistiche le percezioni dei Travel Blogger”, al fine di sviluppare un confronto con gli altri paesi europei per individuare eventuali deficit e criticità.

I dati emersi dal sondaggio rispecchiano un paese in forte ritardo tecnologico, immobile di fronte al cambiamento, alla digitalizzazione di strumenti e processi, ma soprattutto pericolosamente inadeguato dal punto di vista culturale. In tutto questo però vi è una nota positiva: la Lombardia è un esempio di virtuosismo in ambito turistico, capace di reggere il confronto con gli altri paesi Europei.

I Travel Blogger bocciano il Bel Paese.

Travel365 è un blog ed al tempo stesso una community di blogger. Di questa community fanno parte oltre 200 persone che vivono per i viaggi e di viaggi. Si tratta di amatori, appassionati e professionisti che viaggiano e vivono in Italia, che conoscono le realtà turistiche nazionali ma che hanno sperimentato personalmente anche le realtà del resto d’Europa e del Mondo. Ad ogni blogger è stato chiesto di valutare 6 aree di indagine: territorio, marketing e comunicazione, ristorazione, ricettività, infrastrutture e trasporti, sostenibilità e ambiente. Il risultato è stato impietoso, l’unico settore in cui l’Italia primeggia rispetto alla concorrenza europea è la ristorazione. In tutte le altre aree, il nostro paese risulta inefficiente, in forte ritardo tecnologico e culturale.

Ma la Lombardia è fra le regioni virtuose…

Non solo cattive notizie. I blogger italiani hanno indicato quelle che per loro rappresentano le regioni turisticamente più evolute del paese, capaci di reggere il confronto con le principali destinazioni europee. Fra queste primeggia la Toscana (38% di preferenze), seguono il Trentino Alto Adige (26% di preferenze), l’Emilia Romagna (18% di preferenze) e la Lombardia (10% di preferenze). Queste quattro regioni si aggiudicano il 92% della torta, il resto viene spartito fra Lazio, Sardegna e Piemonte. Le altre 13 regioni non vengono neanche menzionate (fa rumore l’esclusione di una regione importante come il Veneto).

La menzione della Lombardia fra le pochissime realtà che si sono distinte positivamente è certamente un motivo di grande orgoglio non soltanto per le istituzioni regionali, gli enti di promozione del territorio, le aziende che lavorano nel settore turistico e tutti i lombardi in genere. Il merito è loro. Il merito è di tutte le persone che lavorano e fanno turismo nel territorio, in special modo nelle province lombarde più importanti per numero di turisti accolti (fra queste figura anche la Provincia di Mantova, con oltre 376mila visitatori all’anno).

Questo risultato lascia ben sperare per il futuro ed è un segnale forte e chiaro che testimonia la bontà di alcune scelte prese negli anni, scelte che hanno permesso di portare avanti un processo di crescita tecnologica che nel tempo riserverà grosse soddisfazioni e profitti.

Fonti:
https://www.travel365.it/statistiche-turismo-italia.htm
https://www.travel365.it/file/infografica-completa-sondaggio.pdf




Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *