Torta Sbrisolona


torta sbrisolona

Torta sbrisolona

Simbolo della pasticceria mantovana per antonomasia, la torta sbrisolona prende il nome dal dialetto “brise” briciole, perché la pasta della torta deve essere molto friabile e quindi ridursi in briciole.

Quando si serve la sbrisolona non va tagliata in fette, ma con un pugno al centro, va ridotta in brise che vengono servite.

La forma può essere rotonda o rettangolare.

Ingredienti:

  • gr.200 farina bianca,
  • gr.200 farina gialla setacciata fine, tipo fioretto,
  • gr.200 di mandorle tritate,
  • gr.200 zucchero ,
  • gr.100 strutto, gr.100 burro o 200 gr solo burro o strutto a piacere
  • 2 tuorli d’uovo,
  • scorza di limone grattugiata, vaniglia.

Come preparare la Torta Sbrisolona:

Si mescolano le polveri (farine bianca e gialla, mandorle, zucchero), gli aromi, se graditi ed i tuorli d’uovo.

Si aggiungono poi i grassi (strutto e burro) ammorbiditi a temperatura ambiente.

Si amalgama velocemente il tutto, facendone non un impasto omogeneo, ma a piccoli grumi (al massimo 1 cm. e mezzo di diametro), che si faranno cadere a pioggia nello stampo imburrato.

Si deve formare uno strato di un paio di centimetri di spessore (aiutandosi con le mani, ma senza schiacciare i grumi), che andrà infornato a forno caldo ( 175°) fin quando non sarà dorato ed asciutto.

Per capire il momento della cottura controllare il colore della torta che dovrà essere dorato e con le mandorle tostate.

La torta è apprezzata anche perché può essere consumata a distanza di giorni ed è adatta anche come regalo tipo della gastronomia mantovana.




Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *