Caponsei e Mariconde


Categoria di primi piatti della tradizione della cucina dell’alto mantovano: Cereta e zona asolana.

I Caponsei sono tipici della sagra di Cereta, un paesino dell’alto mantovano e le Maraconde sono un piatto di primo tradizionale sempre dell’alto mantovano: Casalromano e zona asolana.

I Caponsei

Capunsei

Caponsei

Piatto di gradevolissimo gusto dovuto al condimento ricco di erbe aromatiche.

Ingredienti:

Pane grattugiato q.b., due manciate di grana grattugiato, tre uova grandi o quattro piccole, due mestoli di brodo, burro, strutto, 2 spicchi d’aglio, noce moscata, pepe macinato.

Esecuzione:

Mescolare il pane (tre manciate possono andar bene per cominciare) con il burro e lo strutto fusi (non fritti), badando di far assorbire bene i grassi dal pane. Aggiungere sale, pepe, noce moscata, gli spicchi d’aglio schiacciati e mescolare bene. Aggiungere il brodo caldo e mescolare, facendo attenzione ai grumi, poi aggiungere le uova e infine il grana. Se l’impasto è troppo morbido regolare la densità aggiungendo pane grattugiato (deve essere consistente ma non duro).

Con questo impasto formare degli gnocchetti cilindrici lunghi circa tre centimetri e del diametro di uno, uno e mezzo.

I caponsei si possono cuocere e servire in brodo. Ma sono veramente ottimi se cotti nell’acqua salata, scolati quando vengono a galla, e serviti asciutti, conditi con olio e burro, prezzemolo, cipolla, aglio, basilico, salvia e rosmarino leggermente soffritti.

In alternativa, per aromatizzare l’olio e il burro del condimento, si possono usare basilico, erba cipollina, maggiorana e prezzemolo.

O magari tutte queste erbe contemporaneamente!

Mariconde (o maraconde)

Mariconde o maraconde

Mariconde

Palline o gnocchetti di pane legati con uovo e burro aromatizzati con noce moscata e grana grattuggiato.

Ingredienti:

Pane grattugiato q.b., due manciate di grana grattugiato, tre uova grandi o quattro piccole, due mestoli di brodo, burro, noce moscata.

Esecuzione:

Mescolare il pane (tre manciate possono andar bene per cominciare) con il burro badando di far assorbire bene il burro al pane, ottenendo un impasto non troppo sodo. Aggiungere sale, noce moscata, a piacere gli spicchi d’aglio schiacciati e mescolare bene. Aggiungere il brodo caldo e mescolare, facendo attenzione ai grumi, poi aggiungere le uova e infine il grana. Se l’impasto è troppo morbido regolare la densità aggiungendo pane grattugiato (deve essere consistente ma non duro). Con questo impasto formare delle palline dette maraconde in dialetto e buttarle a cuocere nel brodo bollente. Il primo piatto è molto gradevole ed apprezzato ad ogni età, specialmente in inverno.




2 Commenti

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *