Tortelli di Zucca Mantovani di Viadana


Molti conoscono i tortelli di zucca mantovani ma poco si sa che in provincia ci sono varianti anche molto diverse: vi propongo quelli che facciamo nel basso mantovano.
Tortelli di zucca viadanesi - Viadana (Mantova)


Ingredienti

per la pasta:

  • 500 gr. di farina 00
  • 5 uova
  • sale

per il ripieno:

  • 1 Kg. di zucca mantovana (quella verde e piatta)
  • 250 gr. di Amaretti
  • 250 gr. di Mostarda Mantovana, di sole mele (cotogne o campanine)
  • Pan-Grattato q.b.
  • la scorza di 2 Limoni gratuggiati
  • 1 noce moscata gratuggiata

per il condimento:
Pancetta, cipolla, passata pomodoro, Sale, Pepe Grana padano riserva (da gratuggiare non da pasto)

Preparazione dei tortelli di zucca viadanesi:
Aprire la zucca pulirla dai semi e dalla lanuggine, tagliarla a pezzi e cuocerla in forno 180 °C. Quando è cotta passarla al setaccio.

Disponete la zucca in una ciotola, unite gli amaretti tritati finissimi e la mostarda (passati al mixer per renderli in purea), la noce moscata gratuggiata, la scorza di 2 limoni gratuggiati, un pizzico di sale, il pangrattato quanto basta a rendere il ripieno solido, amalgamate il tutto.

Lasciate riposare in una ciotola fuori frigo coperta da un canovaccio per una notte. Per la pasta sfoglia all’uovo, come per tutte le preparazioni, un consiglio è di lasciarla leggermente più spessa, per chi usa la nonna papera il penultimo foro.

Tagliare dei rettangoli di circa 7 cm, inserire il ripieno e richiuderli dal lato lungo drizzati in piedi fate con le dita delle pieghette sul lato dove li avete attaccati. Dovranno assomigliare a delle creste di gallo. Cuocere in abbondante acqua salata.

Per il condimento:
Fate un soffritto di pancetta e cipolla, quando gli umori saranno rilasciati toglieteli e aggiungete la passata di pomodoro con pepe e sale q.b. fino a far addensare la salsa. Impiattare distribuendo la salsa sui tortelli e spolverare con abbondante grana padano.

Note:
Questi tortelli dovranno essere molto dolci, in questo modo renderanno al massimo con l’acidità del pomodoro. Qui nella Bassa usiamo anche mangiarli in vino, scolati i tortelli dall’acqua metterli in una scodella e affogarli nel Lambrusco(secco mi raccomando). Un altro modo di servirli è di fare il ragù con la salamella al pomodoro, sempre spolverizzati con il grana padano.




2 Commenti

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *