Saldi invernali 2018 al via, stime e dati


SALDI INVERNALI 2018 AL VIA, SPESA IN LINEA CON LO SCORSO ANNO. 
E GLI OPERATORI ADERISCONO ALL’INIZIATIVA SALDI CHIARI

Mantova Saldi invernali 2018Anche a Mantova, come in tutta Italia ad eccezione di Basilicata e Valle d’Aosta, venerdì 5 gennaio 2018 inizieranno i saldi invernali, che per sessanta giorni consentiranno ghiotte occasioni di shopping.

A ricordarlo è FederModaMantova, la categoria che rappresenta i commercianti del settore moda aderenti a Confcommercio. Questi saldi interesseranno 15,5 milioni di famiglie, muoveranno in totale 5,2 milioni di euro per un budget medio a persona di 143 euro.
 Secondo le stime dell’Ufficio Studi di Confcommercio ogni famiglia, in occasione di queste vendite di fine stagione, spenderà 331 euro per l’acquisto di capi d’abbigliamento, calzature ed accessori:

STIMA DEI SALDI INVERNALI 2018

  • VALORE SALDI INVERNALI: 5,2 miliardi di euro
  • NUMERO FAMIGLIE ITALIANE: 25,9 milioni
  • NUMERO FAMIGLIE CHE ACQUISTA IN SALDO: 15,6 milioni
  • ACQUISTO MEDIO A FAMIGLIA PER SALDI INVERNALI: 331 euro
  • NUMERO MEDIO DEI COMPONENTI PER FAMIGLIA: 2,3
  • ACQUISTO MEDIO A PERSONA NEI SALDI INVERNALI: 143 euro

FederModaMantova rammenta le principali regole per i saldi in Lombardia:
– i commercianti hanno l’obbligo di esporre, accanto al prodotto, il prezzo iniziale e la percentuale dello sconto o del ribasso (è invece facoltativa l’indicazione del prezzo di vendita conseguente allo sconto o ribasso);
– l’operatore commerciale ha l’obbligo di fornire informazioni veritiere in merito agli sconti praticati sia nelle comunicazioni pubblicitarie (che, anche graficamente, non devono essere presentate in modo ingannevole per il consumatore) sia nelle indicazioni dei prezzi nei locali di vendita; non può inoltre indicare prezzi ulteriori e diversi e deve essere in grado di dimostrare agli organi di controllo la veridicità delle informazioni relative al prodotto;
– i prodotti in saldo devono essere separati da quelli eventualmente posti in vendita a prezzo normale (se ciò non è possibile, cartelli o altri mezzi devono fornire al consumatore informazioni inequivocabili e non ingannevoli);
– se il prodotto risulta difettoso, il consumatore può richiedere la sostituzione dell’articolo stesso o il rimborso del prezzo pagato dietro presentazione dello scontrino, che occorre quindi conservare.

Per certificare la qualità dei saldi offerti dai propri operatori, FederModaMantova aderisce all’iniziativa nazionale ‘Saldi Chiari’, con la quale l’imprenditore si impegna ad osservare determinati requisiti a garanzia del consumatore, contenuti in un apposito decalogo. Tra questi, oltre al rispetto della normativa in materia di saldi, vi è l’accettazione di carte di credito o debito per il pagamento, l’impegno a cambiare i capi della taglia sbagliata o, se non disponibile, a rilasciare un buono di pari importo, consentire la prova dei capi (la possibilità di cambiare il capo di solito è lasciata alla discrezionalità del negoziante), garantire lo stesso prezzo in tutti i punti vendita della stessa catena, informare il cliente dei costi di sartoria o riparazioni eventualmente a suo carico. Le attività aderenti all’iniziativa ‘Saldi Chiari’ saranno riconoscibili dalla relativa locandina esposta in negozio.

“Anche se la spesa per gli acquisti in saldo, per valore, sarà di poco inferiore a quella dello scorso anno, ma comunque in linea con il momento – dichiara il direttore di Confcommercio Mantova Nicola dal Dosso – ci sono due buone notizie per gli imprenditori del settore: l’incremento della fiducia dei consumatori, tornata ai livelli del gennaio 2016, un ingrediente imprescindibile per sostenere i consumi in questo periodo di vendite di fine stagione, e l’aver scongiurato l’aumento dell’iva al 25% che dal 1° gennaio avrebbe gravato ancora di più sulle tasche degli italiani. Bene quindi la sterilizzazione della clausole di salvaguardia da parte del governo, anche se per dare respiro al settore del fashion retail occorre restituire capacità di spesa alle famiglie riducendo la pressione fiscale”.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare la segreteria di Federazione Moda Italia Confcommercio Mantova: 0376 231235 – federmoda@confcommerciomantova.it.




Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *