Teatro Donna Estate Duemilanove a Mantova dal 16 Luglio 2009


Teatro Donna Estate 2009A luglio e agosto a Palazzo San Sebastiano torna TeatroDonna, rassegna di teatro e danza dedicato al mondo femminile, a cura di Arci Mantova. Gli spettacoli, a ingresso gratuito, hanno inizio alle ore 21.30. Direzione artistica di Enrica Provasi.

16 luglio 2009
Sexmachine
Produzione Corte Ospitalem, di e con Giuliana Musso, musiche in scena Igi Meggiorin, regia Massimo Somaglino
Sexmachine ci parla di sesso e potere. Oggi nella grande macchina del sesso ci siamo tutti, basta sapersi riconoscere… Sexmachine ci parla di sesso e denaro. Il sesso è l’anima del commercio. Non esiste prodotto che non possa essere pubblicizzato da un bel corpo nudo. Mentre quella delle prostitute è una categoria numericamente ristretta, indagabile ed indagata, dei clienti non si sa nulla. Perché i clienti siamo noi. Noi italiani: fi gli mammoni e amanti focosi, noi, con le donne più belle del mondo e il sacro vincolo del matrimonio e la famiglia e i figli che son pezz’e core. Noi. Popolo di santi, poeti, navigatori e uomini che vanno a puttane.

30 luglio 2009
Chicken
Naturalis Labor, coreografia e interpretazione Silvia Bertoncelli, Marta Bevilacqua, scene
Fabio Cummaudo, musiche originali Enrico Terragnoli Un’aia, voliere, tinozze, stivali da campo e due figure pennute sulla scena. Un duetto imprevedibile. Due danzatrici – galline con una gran voglia di imparare a volare. Come degli aeromobili più pesanti dell’aria, le due figure razzolano, becchettano si inseguono. C’è poesia, c’è ironia in questo scalcinato allevamento di polli e galline: e lo spettatore parteciperà alla loro triste fine… su un nastro trasportatore. La danza è in fondo un naturalis labor un lavoro del corpo paziente e necessario, come il corpo che lo produce, come il tempo che lo consuma…ricerca di semplicità e immediatezza. Il resto è forma.

6 agosto 2009
Stasera ovulo
La Q Prod, di Carlotta Clerici, con Antonella Questa, regia Virginia Martini
Chiara è una donna moderna, libera, indipendente. A trentacinque anni è innamorata dell’uomo con cui vive, e insieme decidono di avere un bambino. Non ci riescono. Il desiderio di maternità costantemente frustrato, l’accanimento terapeutico e – soprattutto – lo sguardo degli altri, delle persone “normali”. La condanna più o meno esplicita, il giudizio più o meno velato. La donna sterile è ancora oggi, nel XXI secolo, in occidente, messa al bando dalla società. Una riflessione sul ruolo della donna e della maternità in una società piena di contraddizioni, tra liberazione sessuale, emancipazione, ricerca dei valori tradizionali, progresso scientifico, ritorno alla natura…

22 agosto 2009
a+b3
Muta Imago, progetto e regia Claudia Sorace, con Riccardo Fazi, Claudia Sorace, drammaturgia e Suono Riccardo Fazi
Una coppia d’amanti, due figurine felici che si preparano per uscire: mettono il vestito bello, le scarpe lucide. Si muovono rapidi, la loro danza si ferma di fronte ad uno specchio, che ne incide i nomi sulle ombre sottili. Poi arriva la guerra. Plinio il Vecchio racconta che la pittura nacque quando una ragazza ricalcò il contorno dell’ombra del suo giovane innamorato sulla parete della sua stanza. Il ragazzo sarebbe partito la mattina successiva, allora lei, la notte, disegnò i contorni della sua ombra. Forse questa storia continua, dal tentativo di trattenere qualcosa che sfugge, che non si può afferrare, come quando cade un oggetto e stiamo per afferrarlo, la mano lo sfiora di poco, ma cade…

Informazioni
Arci Mantova
piazza Tom Benetollo, 1 Mantova
tel. 338-9223254 / 0376-285311
www.arcimantova.it
enrica.provasi@arci.it




Nessun commento

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *