Il Risorgimento di Carta. Le battaglie della libertà: la Mostra prosegue fino al 6 Settembre a Medole


Medole 24 giugno 1859La Mostra documentaria “Il Risorgimento di carta. Le battaglie della libertà” iniziata a fine aprile prosegue fino al 6 settembre nella Torre Civica di Medole per gli amanti della Storia Risorgimentale. Memoria delle giornate tragiche e gloriose da Montebello a Solferino e San Martino 1859 – 2009. Mostra di preziose stampe ottocentesche e testi rari che testimoniano attraverso l’illustrazione le vicende belliche della Seconda Guerra d’ Indipendenza italiana.
Nella prestigiosa sede della Torre gonzaghesca di Medole, una preziosa collezione di stampe e libri antichi si mette in mostra per la prima volta per raccontare il Risorgimento e, in particolare, quella tappa fondamentale che è stata la Seconda Guerra d`Indipendenza italiana e il suo epilogo tra Medole, Solferino e San Martino. Si tratta di un`importante raccolta privata, quella del collezionista Franco Turcato, acquistata nel 2008 dal Comune di Medole e che ora costituisce la Civica raccolta si storia risorgimentale. Si espone, così, una delle più importanti raccolte relative alle guerre risorgimentali presenti in Italia e Europa.
Il percorso espositivo allinea di 66 stampe e 16 libri, tutti datati intorno al 1859. Il taglio dell`esposizione è prettamente didattico e mira a far comprendere a pieno, attraverso il materiale iconografico esposto, le vicende storiche della Seconda Guerra d`Indipendenza. Si parte dalle prime battute, con l`attraversamento del fiume Sesia, l`arrivo degli austriaci a Legnano e Montebello, per arrivare alla conclusione del conflitto nel territorio mantovano puntando l`attenzione sulla Battaglia di Medole, che ebbe inizio alle 3 del mattino del 24 giugno 1859 e diede inizio alla Battaglia di Solferino e San Martino. Non mancano le testimonianze iconografiche della pace, grazie ad alcune stampe che riproducono il Trattato di Villafranca dell`11 luglio 1859 con la firma dei due imperatori Francesco Giuseppe e Napoleone III e, poi, quello di Zurigo che sancì la conclusione del secondo conflitto d`indipendenza.
Di altissimo valore le opere presenti in mostra, tra le quali figurano libri rarissimi e stampe preziose, realizzate dai disegni di artisti italiani, francesi, olandesi, inglesi che in molti casi erano fisicamente presenti sul campo di battaglia e hanno ritratto in presa diretta le scene belliche. Tra gli autori ci sono alcuni dei più importanti illustratori dell`epoca, come Quinto Cenni, considerato il più apprezzato illustratore di battaglie del Risorgimento. Le illustrazioni d`epoca spiegano tutto il percorso della Seconda Guerra d`Indipendenza, ma ci mostrano anche i protagonisti di questo conflitto e gli aspetti del costume dell`epoca. La disposizione del materiale segue, infatti, un ordine cronologico secondo la successione degli eventi bellici, ma c`è anche una sezione dedicata ai ritratti dei grandi protagonisti della guerra, primi fra tutti i due imperatori, re Vittorio Emanuele II e vari generali dei due schieramenti. Ci sono poi le accurate riproduzioni delle divise degli eserciti franco-piemontese e austroungarico e, infine, una raccolta nella raccolta: una serie di 12 stampe che riportano gli “Atti di valore” compiuti durante la guerra da soldati e civili.

Mostra documentale: Il Risorgimento di Carta.Le battaglie della libertà
Orario: sab 16.00-19.00, dom 10.00-13.00 e 16.00-19.00
Luogo: Torre Civica – Medole – Alto Mantovano

Contatti: Comune di Medole
Indirizzo: Via Garibaldi 12

Telefono: 0376 868001
Sito: www.comune.medole.mn.it



Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *