Il Libro Parlato al Festivaletteratura 2009


Libro Parlato al Festivaletteratura di Mantova


Il Libro Parlato e Piazza Sordello

Da nove anni il gazebo del Centro Internazionale del Libro Parlato A.Sernagiotto di Feltre è un punto di riferimento per i frequentatori abituali del Festivaletteratura e da alcune edizioni pare abbia messo le radici fra i sassi di Piazza Sordello. Anche quest’anno lo spazio di fronte al gazebo sarà aperto a tutti, dove si alterneranno i lettori/donatori di voce, provenienti da varie città, nella lettura di brani di autori italiani e stranieri, garantendo, condizioni atmosferiche permettendo, un non stop, a partire da giovedì pomeriggio 10 fino a domenica mattina 13 settembre 2009.

Il programma, che sarà esposto giornalmente ai lati del gazebo, prevede fra l’altro venerdì alle 18 Eros Zecchini e il suo gruppo di Bassano del Grappa con poesie per tutte le età, sabato mattina alle 10 letture animate per bambini tenute da Roberta Garlatti, scrittrice e illustratrice di libri per l’infanzia con il gruppo di San Vito al Tagliamento, sabato pomeriggio e sera dalle 18 rassegna del racconto umoristico e grottesco proposta dal gruppo di Bologna coordinato da Marzio Bossi e domenica mattina un mix di noir presentato dal gruppo di Cremona.

Sarà possibile consultare il catalogo aggiornato delle opere registrate su CD Mp3 e audiocassette e acquisire il materiale informativo riguardo le varie attività del Centro, che opera da ben 25 anni per i non vedenti, ipovedenti, dislessici e tutti coloro che non sono in grado di leggere autonomamente.

Ricordo che presso la Biblioteca Comunale – Centro Baratta è attivo da tempo il prestito di 750 audiolibri in formato digitale Mp3 forniti dal Libro Parlato di Feltre. I titoli sul sito della biblioteca. Anche il Centro per i problemi dell’anziano-Università della Terza Età mette a disposizione dei propri soci il prestito di audiolibri in forza di abbonamento contratto con il Centro di Feltre.

Il progetto Chiaroscuro del Cilp è nato, alcuni anni fa, dall’esigenza di avvicinare il più possibile i disabili all’arte pittorica. Con un lungo percorso tecnologico sono state realizzate in vetroresina e collocate nei Musei di alcune città varie opere dotate di descrizione/commento a caratteri maggiorati e in braille, nonché di audio guida. Per Mantova sono state riprodotte otto opere presenti al Museo Diocesano e sistemate dignitosamente con molta cura, in mostra permanente, in una sala chiamata delle riproduzioni tattili, inaugurata il 28 marzo 2009 e destinata ad arricchirsi di nuovo materiale.




Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *