Corso d’Avviamento al Match d’Improvvisazione Teatrale


Martedi 22 settembre e Martedi 29 settembre presso la sala delle cappuccine in piazza San Leonardo a Mantova l’Associazione Culturale Impropongo, in collaborazione con il CEPIA San Leonardo, presenta il corso d’improvvisazione teatrale con due lezioni gratuite!

Match improvvisazione teatrale MantovaLe iscrizioni sono aperte fino a Dicembre 2009, al Corso di avviamento al match per attori e allievi-attori. La presentazione e lezioni di prova, tenute da Roberto Rocchi, si terranno:

  • Martedi 22 Settembre – ore 21.00
  • Martedi 29 Settembre – ore 21.00

E’ richiesto abbigliamento comodo e scarpe da ginnastica.

Era il 1977 quando Robert Gravel e Yvon Leduc, due attori canadesi, crearono una nuova forma di spettacolo: il Match d´Improvvisazione Teatrale, realizzando l´utopia di una performance completamente improvvisata.

Il match diviene in breve lo spettacolo più rappresentato al mondo e nel 1989 Francesco Burroni, attuale direttore artistico del Match d´Improvvisazione Teatrale, lo introduce in Italia e diventa ben presto un fenomeno nazionale diffuso in molte città.

Corso di avviamento al match per attori e allievi-attori
Il corso si pone come obbiettivo fondamentale quello di mostrare agli allievi attori la possibilità di un uso della tecnica di improvvisazione teatrale concepita non come momento di studio per una migliore definizione del testo o del personaggio, ma come momento finale ed immediato di rappresentazione. Nel Match d´improvvisazione teatrale® infatti l´attore viene preparato a mettere in moto i propri meccanismi creativi contemporaneamente alla loro rappresentazione in pubblico.
Vengono cioè saltati tutti i passaggi classici del teatro tradizionale: scrittura – regia – prove – rappresentazione, e l´attore diviene al tempo stesso attore/autore/regista di se stesso e del gruppo con il quale lavora.
Attraverso l´esperienza dei match si è contemporaneamente svolta un´intensa ricerca didattica che ha cercato di sistematizzare i meccanismi tecnico/espressivi che preparano l´attore ad accrescere e ad organizzare le proprie capacità creative. Non più, quindi, un concetto d´improvvisazione legato all´estro di un singolo attore con capacità di uscire e rientrare nel filo del proprio personale monologo, ma una ricerca che renda possibile la creazione “immediata” di una struttura teatrale con più attori e su diversi stili. Un lavoro che ha come lontano e illustre parente la Commedia dell´Arte, con la difficoltà in più di non avere né personaggi predeterminati, né canovacci, né costumi, né scenografie, ma soltanto la propria fantasia e la propria tecnica attoriale.

Match d’improvvisazione teatrale® tutti i diritti riservati “Les editions Gravel-Leduc” per l’Italia: Francesco Burroni www.matchdimprovvisazioneteatrale.it




Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *