RintracciArti 2009


Conferenza Stampa RintracciArti 2009La Provincia di Mantova, per tramite dell’Assessorato alle Politiche Sociali e Sanitarie, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Mantova e la fondazione “Umberto Artioli”, promuove RintracciArti, una manifestazione organizzata dall’associazione “Ars Educandi”, nata da un’idea di Daniele Goldoni, la cui direzione artistica è affidata a Giona Scanavini e la cui stesura del programma ad Enrico Alberini.

La quinta edizione, a Mantova dal 21 novembre all’8 dicembre 2009, affronta con il titolo “CARTA BIANCA: il diritto di sapere, il dovere d’informare” il tema dei diritti legati alla difesa, tutela e promozione di un’informazione libera, completa e veritiera, un tema purtroppo oggi in Italia d’attualità.

I diritti ad essere informati non devono però essere attesi e pretesi, come la conseguenza di semplici affermazioni di principio, ma cercati e vissuti nell’esperienza di tutti i giorni. Non basta accontentarsi di qualche parziale o accomodante interpretazione della verità: l’informazione, la sintesi possibile della realtà, deve essere cercata e trovata pazientemente, con tutti gli strumenti offerti dall’odierna tecnologia.

Fin dal 2005, RintracciArti si è distinta nel panorama culturale locale, ma non solo, come una manifestazione che coniuga l’arte al dibattito e la festa alla riflessione su temi non sempre di facile fruizione.
Anche il contenitore principale dov’è realizzata, il Palazzo della Ragione in Piazza Erbe, luogo di congiunzione fra il passato e il presente nel cuore della città, sta a simboleggiare che la democrazia può essere partecipata e non solo subita.

La mostra

A Palazzo della Ragione in Piazza Erbe, sono allestite una mostra fotografica, curata da Marco Brioni, organizzata dall’associazione Pecora Nera e dedicata ai progetti fotografici selezionati tra i numerosi lavori di professionisti che hanno risposto al bando indetto da www.photographers.it sul tema della rassegna e la mostra MALATI DI CUORE, dedicata agli anni ruggenti di Cuore, a cura di Mauro Luccarini, disegnatore e collaboratore del più famoso periodico satirico della storia recente italiana.

All’inaugurazione di sabato 21 novembre 2009 in programma alle ore 17, partecipano:

  • Gianni Berengo Gardin, che premia le migliori opere fotografiche in mostra;
  • Ottavia Piccolo e Felice Cappa, rispettivamente protagonista e regista del film IL SANGUE E LA NEVE, prodotto da Raidue e proiettato all’ultimo Festival del Cinema a Venezia, trasposizione cinematografica per RAI2 dello spettacolo teatrale Anna Politkovskaja, storia di una giornalista non rieducabile, scritto dal drammaturgo Stefano Massini.

Le performance

Integrati nello spazio espositivo della mostra, continuano le proposte di performance dal vivo, con particolare riguardo a quelle che mostrano luoghi, fatti e persone che soffrono la mancanza dell’informazione o peggio subiscono la mistificazione della verità.

Fra le principali, si segnala:

  • venerdì 27 novembre 2009 alle ore 21 al Teatro Sociale, lo spettacolo IL RAZZISMO E’ UNA BRUTTA STORIA, di e con Ascanio Celestini, nella tappa mantovana della tournée italiana organizzata dall’ARCI e dalle librerie Feltrinelli, inserito per RintracciArti nella stagione teatrale 2009-10 della fondazione Artioli;
  • domenica 29 novembre 2009 alle ore 20.30 all’Arci TOM in località Borgochiesanuova, lo spettacolo LA METAMORFOSI di Marina Barham, una coproduzione fra Al-Harah Theater (Palestina) e Teatro dell’Argine di Bologna, organizzato dalla Tavola della pace della Provincia di Mantova e promosso dal Comitato Internazionale per la Marcia Mondiale della Pace e della Nonviolenza;
  • domenica 22 novembre 2009 alle ore 21, una serata di sensibilizzazione sulla libertà d’espressione attraverso parole, musica e danza organizzata dalle associazioni Consonanze e DanzArea;
  • mercoledì 25 novembre 2009 alle ore 21, in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, una performance teatrale sul tema, promossa da Telefono Rosa e organizzata in collaborazione con Consonanze.

Gli approfondimenti

Per favorire la libera circolazione d’idee, l’area dedicata ai dibattiti pubblici diventa ancora la piazza dove chi opera quotidianamente sul campo, facendo della libertà di stampa, ma non solo, la sua ragione professionale e anche di vita, incontra chi desidera conoscere e sapere come e dove va il mondo.

Fra i numerosi ospiti a RintracciArti, sono attesi:

  • Enrico Deaglio, autore di PATRIA 1978-2008 (Il Saggiatore – 2009),
  • Mario Portanova, autore di DICHIARAZIA (Rizzoli – 2009),
  • Mauro Baudino, giornalista de La Stampa,
  • Piero Negri Scaglione, vicedirettore di GQ,
  • Mario Gamba, critico musicale di TG3, Il Manifesto e L’Espresso,
  • Massimo Rebotti, direttore di Diario,
  • Gabriella Kuruvilla, collaboratrice de L’Internazionale e scrittrice per Baldini e Castaldi,
  • Bruno Manfellotto, direttore editoriale della divisione Quotidiani Locali del Gruppo Espresso,
  • Gennaro Carotenuto, docente di storia del giornalismo alla Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università di Macerata,
  • Arianna Ciccone, organizzatrice del Festival del Giornalismo di Perugia,
  • Lorenzo Frigerio, coordinatore nazionale di Libera Informazione,
  • Giuseppe Manzo, corrispondente de Il Corriere del Mezzogiorno,
  • gli scrittori Davide Bregola, Enrico Baraldi e Alessandro Sbarbada.

Le conseguenze della satira

Domenica 6 dicembre 2009 alle ore 10 è in programma un convegno sui generis sulla forma più inossidabile della libertà d’informazione, la satira che, fin dai tempi d’Aristofane, si permette di criticare anche non costruttivamente l’establishment.

Coordinati da Mirta Barbeschi, i protagonisti dell’informazione “satirica” d’oggi e di ieri, tra cui Andrea Aloi, Sergio “Tato” Banali, Lia Celi, Stefano Disegni, Roberto Grassili, Mauro Luccarini, Alberto Patrucco, Piermaria Romani e Patrizio Roversi, valutano quali conseguenze ha determinato nella loro vita professionale l’opporsi satiricamente ai potenti di turno.

La rassegna cinematografica

In collaborazione con l’associazione Mantova Film Studio, al cinema Mignon alle ore 21, è prevista una rassegna di film, variamente ispirati ai temi dell’informazione e ai suoi protagonisti, i giornalisti:

  • due film di Marco Risi, il più recente FORTAPÀSC (2009), sulla storia del giornalista napoletano Giancarlo Siani, ucciso dalla camorra e il celeberrimo IL MURO DI GOMMA (1991), sulla triste vicenda dell’aereo di linea precipitato nel mare d’Ustica;
  • LA GIUSTA DISTANZA (2007) di Mazzacurati;
  • SBATTI IL MOSTRO IN PRIMA PAGINA (1972) di Bellocchio;
  • per finire, una chicca da cineteca, I SOGNI MUOIONO ALL’ALBA (1961) diretto da Gras, Craveri e nella sua unica direzione cinematografica, da Indro Montanelli, di cui ricorre nel 2009 il centenario della nascita.

Ogni proiezione è preceduta da un intervento di un testimone dell’epoca in cui furono girati i film.
In particolare martedì 1 dicembre 2009 alle ore 18, Marco Risi e Andrea Purgatori, rispettivamente regista e sceneggiatore di FORTAPÀSC, illustrano come la cronaca dei fatti successi in Italia nel secondo dopoguerra sia stata raccontata al cinema.

Gli open workshop

A ottobre 2009 è iniziato INCONTROINFORMAZIONE un laboratorio sul giornalismo d’inchiesta, per giovani aspiranti cronisti, inserito nel progetto LabCom “Lo spazio dei giovani nella comunicazione”, ideato dall’Assessorato alle Politiche sociali e sanitarie della Provincia di Mantova, finanziato dalla Regione Lombardia, grazie ai fondi destinati allo scopo dal Ministero della Gioventù. Al termine del laboratorio, inseriti nel programma di RintracciArti, si svolgono una serie d’open workshop, dedicati principalmente ai giovani che si sono iscritti a LabCom, ma anche aperti al pubblico.

Si tratta di una serie d’incontri formativi con personaggi della comunicazione, della cultura e dell’arte, tra i quali si segnala:

  • sabato 21 novembre 2009 alle ore 11, in Sala Stemmi di Palazzo Soardi, un laboratorio con Felice Cappa, regista, autore e giornalista, che propone una riflessione su come il teatro possa o debba continuare ad essere il luogo in cui la comunità si ritrova e si mette in discussione, se e come la TV sia diventata il nuovo teatro virtuale della società e cosa accade quando, grazie a questo modo di pensare, teatro e televisione s’incontrano;
  • mercoledì 2 dicembre 2009 alle ore 15, un laboratorio realizzato in collaborazione con l’associazione Pecora Nera sull’immagine di cronaca e sul ruolo odierno del fotoreporter nel giornalismo d’inchiesta, condotto da Ivo Saglietti dell’agenzia Prospekt, attualmente membro dello Zeitenspiegel Agentur, due volte primo premio World Press Photo;
  • sabato 5 dicembre 2009 alle ore 15, un incontro sulle nuove forme di comunicazione e l’uso della parola come strumento d’incontro-informazione, condotto da Frankie HI-NRG MC;
  • domenica 6 dicembre 2009 alle ore 18, un confronto con Danilo Eccher direttore del GAM di Torino sull’arte che informa, realizzato in collaborazione con l’associazione Mantova Arte Contemporanea – Francesco Bartoli.

Le associazioni e il territorio

Un grazie sentito a tutti quelli che in questi anni, singolarmente o in rete con le numerose associazioni sociali e culturali del nostro territorio, hanno collaborato con gli organizzatori in una sorta di laboratorio di comunità.
Insieme ai media (giornali, radio, televisioni, blog, ecc.), locali ma non solo, si è fatto un percorso di sensibilizzazione attiva sui temi della rassegna, mettendo a disposizione conoscenze ed esperienze per arricchire il programma con la presenza d’ospiti qualificati.

Sia nello spazio principale di Palazzo della Ragione, sia presso la libreria La Feltrinelli, sono in programma interessanti incontri con alcune associazioni del territorio, come la sezione locale di Amnesty International, quella di Emergency, Le Aquile, Sucardrom e lo Sportello contro le discriminazioni dell’Osservatorio “Articolo 3”, da sempre vicine a RintracciArti e che, anche quest’anno, hanno voluto dare il loro contributo alla sensibilizzazione sui temi del diritto di sapere e il dovere d’informare.

Si segnalano anche la presentazione di proposte d’informazione “giovane dal basso” come il mensile L’Eretico e il videogiornale www.veritaevisioni.it e la condivisione con il progetto IO RISCHIO ZERO, finanziato dalla Regione Lombardia e promosso da Comune di Mantova, Comune di Curtatone, Istituto comprensivo “Luisa Levi” di Mantova, Alce Nero, Arci TOM, Ars Educandi, volto a favorire comportamenti positivi nei confronti della sicurezza percepita fra i giovani dai 12 ai 30 anni, residenti nei comuni di Mantova e Curtatone.

Informazioni

  • Organizzazione : Ars Educandi
  • Ideazione : Daniele Goldoni 348 3887774
  • Programmazione eventi : Enrico Alberini 348 7104515
  • Direzione artistica : Giona Scanavini 339 4336219
  • Ufficio stampa : Simona Cremonini 339 5864651 – simona@simonacremonini.it

Link

  • www.rintracciarti.org
  • www.labcomgiovani.it
  • www.facebook.com/CARTA-BIANCA/126626608610
  • www.facebook.com/note.php?note_id=167414018263
  • www.facebook.com/note.php?note_id=136416473263
  • www.facebook.com/group.php?gid=49634596111

Hanno collaborato alla stesura del programma e all’allestimento della mostra:
Eristeo Banali, Sergio Banali, Fausto Banzi, Enrico Baraldi, Mirta Barbeschi, Chiara Basso, Elena Borghi, Massimiliano Boschini, Giorgia Bottani, Davide Bregola, Marco Brioni, Agostino Cenzato, Filippo Ciardi, Alessandra Demonte, Milena Gadioli, Enrico Grazioli, Flavio Lazzari, Maria Giulia Longhini, Mauro Luccarini, Tommy Manfredini, Serena Marchini, Gianluca Mazzali, Francesco Meneghello, Alessandro Monicelli, Chiara Olivieri, Giovanni Pasetti, Giulia Pecchini, Roberto Piccinini, Paolo Polettini, Alice Rabaglia, Ilaria Rebecchi, Emanuele Salvato, Susanna Sassi, Anna Savoia, Elena Scardovelli, Teresa Spagna, Cristina Tarchini, Ton Vilalta, Leonardo Zunica.

Hanno sostenuto le spese d’organizzazione: AliasLab – Assimoco – Verona83

I luoghi

  • Palazzo della Ragione : Piazza Erbe – Mantova
  • Libreria “La Feltrinelli” : Corso Umberto I, 56 – Mantova
  • Sala Stemmi (Palazzo Soardi) : Via Frattini, 60 – Mantova
  • Arci TOM : Piazza T. Benettollo, località Borgochiesanuova – Mantova
  • Cinema Mignon : Via G. Benzoni, 22 – Mantova

Note

  • L’ingresso agli eventi, open workshop inclusi, organizzati a Palazzo della Ragione è libero e gratuito.
  • Per avere la prelazione sulla partecipazione agli open workshop, ci si deve iscrivere presso LabCom [Via Sant’Agnese, 10 – 46100 Mantova] telefonicamente [0376 355858] o preferibilmente via web, compilando il modulo apposito sul sito [www.labcomgiovani.it].
  • Lo spettacolo d’Ascanio Celestini al Teatro Sociale è a pagamento [platea: € 18,00 – palchi, loggia, loggione: € 12,00 – studenti: € 6,00 euro – prenotazioni: Spazio MTT – Via San Longino, 1/b Mantova – 0376 363079 – vendita on-line: www.ticketone.it].



Nessun commento

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *