Ascanio Celestini Venerdì 27 Novembre al Sociale di Mantova


VENERDI’ 27 NOVEMBRE 2009, ORE 21
TEATRO SOCIALE DI MANTOVA

ARCI presenta

uno spettacolo di e con

ASCANIO CELESTINI

IL RAZZISMO E’ UNA BRUTTA STORIA

racconti di Ascanio Celestini
musiche di Matteo D’Agostino
suono di Andrea Pesce

in collaborazione con Arci Mantova e RintracciArti

Venerdì 27 novembre alle 21, per la stagione Mantova Teatro, al Teatro Sociale di Mantova arriva ASCANIO CELESTINI, un grande protagonista del teatro di contenuto sociale, che presenta il suo ultimo lavoro: lo spettacolo “IL RAZZISMO E’ UNA BRUTTA STORIA”.

Si tratta di uno spettacolo teatrale e, allo stesso tempo, di un’indagine e di una denuncia sociale. Quello di Celestini è uno degli spettacoli di punta della stagione 2009-2010 di Mantova Teatro, organizzata dalla Fondazione “Umberto Artioli” Mantova Capitale Europea dello Spettacolo per il Comune di Mantova. L’evento è organizzato in collaborazione con ARCI MANTOVA ed è inserito anche nel programma della rassegna culturale RintracciArti.

Mai abituarsi al razzismo, grande o piccolo che sia. Con questo spettacolo, promosso dall’Arci nazionale, Ascanio Celestini mette in piedi una vera e propria campagna di sensibilizzazione contro il razzismo, sotto forma di tournée teatrale. Lo scopo è raccontare tante storie di razzismo, non solo quelle dove i protagonisti sono i potenti (Celestini cita il sindaco di Treviso Gentilini, Berlusconi, la Lega), ma anche le storie dei razzisti “del bar sotto casa”, le piccole espressioni di intolleranza che incontriamo quotidianamente tra le persone che conosciamo. Sono frutto della paura del diverso e di comportamenti che si ripetono e si diffondono fino a diventare <>, finché facciamo fatica a distinguerli e riconoscerli per quello che sono: razzismo, appunto. Tante <> per dire che al razzismo non bisogna mai abituarsi.

Ascanio CelestiniASCANIO CELESTINI è uno dei principali nomi del teatro di narrazione italiano. Incline alle tematiche sociali, i suoi lavori si concentrano sulla memoria e sull’indagine sui temi sociali di attualità. Tra i suoi spettacoli “Radio Clandestina” sull’eccidio delle Fosse Ardeatine, “Cecafumo”, “Fabbrica”, “Appunti per una lotta di classe”. Ha girato i documentari “Senza Paura, storie e musiche di lavoratori notturni” e “Parole sante”, che ha dato il titolo a un omonimo disco. Per Radio 3 ha scritto e interpretato diverse trasmissioni, tra cui “Bella Ciao” sul tema del lavoro e della Resistenza. Tra i suoi libri “Storie di uno scemo di guerra”, “La pecora nera” e “Lotta di classe”. In tv ha partecipato a “Parla con me” (Rai3).

BIGLIETTI: Platea 18 euro – palchi, loggia e loggione 12 euro – ridotto studenti 6 euro (solo in prevendita).
In vendita senza diritti di prevendita allo SPAZIO MTT, in via San Longino 1/b a Mantova, tel. 0376.363079, e-mail mantovac@capitalespettacolo.191.it, aperto lunedì, martedì, mercoledì e venerdì dalle 15 alle 19, giovedì e sabato dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19.
Vendita on line su www.ticketone.it.
La biglietteria al Teatro Sociale apre un’ora prima dello spettacolo.

INFO: 0376.363079, www.mantovaterraditeatro.net

Fondazione “Umberto Artioli” Mantova Capitale Europea dello Spettacolo
L.go XXIV Maggio, 13 – Mantova
numero verde 800.085992
fondazione@capitalespettacolo.it
www.capitalespettacolo.it.




Nessun commento

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *