Lingue di Terra: Omaggio a Luigi Meneghello


Libera nos a…
Omaggio a Luigi Meneghello
con gli attori dell’Associazione Culturale Luigi Meneghello di Malo (Vicenza)
Scuderie di Palazzo Gonzaga – Volta Mantova (MN)
Martedì 24 Agosto 2010, ore 21.00

Prosegue l’esperienza voltese di Lingue di Terra. dopo il grande successo dell’evento con Mauro Corona e Luigi Maieron, si riprende a un mese di distanza con un omaggio al grande narratore Luigi Meneghello.

Lingue di Terra: omaggio a Luigi MeneghelloMartedì 24 agosto 2010, alle ore 21.00, nella consueta sede dei giardini delle Scuderie di Palazzo Cavriani a Volta (nel salone in caso di maltempo), Lingue di Terra ospiterà cinque attori dell’Associazione Culturale Luigi Meneghello di Malo, in provincia di Vicenza, paese natale dell’autore scomparso tre anni fa: sarà una serata dedicata alla vita e alle opere del narratore veneto, che prevede la proiezione di rari filmati d’archivio e la lettura di brani delle sue opere.

Il titolo della serata ricalca “Libera nos a malo”, il primo romanzo di Luigi Meneghello, che racconta la vita, gli umori e la lingua del suo paese natale, Malo, appunto: dalla sfida di calcio domenicale alla gara di bestemmie, dalla “dottrina” agli strani ibridi generati dall’incrocio tra il latinorum dei preti e il dialetto veneto.

L’incontro è stato intitolato “Libera nos a…”: di certo si perde il gioco di parole, ma l’obiettivo sarà andare alla ricerca di un’origine comune, di un tratto d’unione, guidati dall’ironia e dalla straordinaria scrittura di Meneghello.

Luigi Meneghello (1922 – 2007) è stato uno dei maggiori narratori italiani del Novecento. I suoi romanzi segnano dall’interno della vita di provincia e delle campagne un secolo di storia italiana, reinterpretata attraverso le piccole cose quotidiane. Peculiare della sua fluidità discorsiva è la sapiente mescolanza di termini derivati dal dialetto vicentino, dall’italiano (letterario o popolare) e dall’inglese. È stato anche autore di numerosi libri di saggistica, che spaziano da argomenti autobiografici al panorama letterario contemporaneo e di studi sulla tradizione dialettale.




Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *