Canti di Corte 2011 a Mantova e provincia


“Canti di Corte”, madrigali e sonate del barocco mantovano. Quattro concerti gratuiti in alcuni degli scenari più prestigiosi delle province di Mantova e Cremona. Una rassegna realizzata grazie all’iniziativa della Fondazione Sanguanini Rivarolo Onlus di Rivarolo Mantovano e al sostegno del Comune di Ostiano, con la collaborazione dei Comuni di Mantova, Sabbioneta e San Martino dall’Argine.

Giunto alla seconda edizione, il progetto prevede anche la realizzazione di un cd audio contenente i brani proposti negli spettacoli.

Programma Canti di Corte 2011

  • Ostiano (CR) – TEATRO GONZAGA, Venerdì 29 aprile 2011
  • Sabbioneta (MN) – TEATRO OLIMPICO, Sabato 30 aprile 2011
  • San Martino dall’Argine (MN) – CHIESA CASTELLO, Domenica 1 maggio 2011
  • Mantova – PALAZZO TE, Sala dei Cavalli, Lunedì 2 maggio 2011

Tutti gli spettacoli iniziano alle ore 21,00
Ingresso libero e gratuito fino ad esaurimento posti.

Canti di Corte Mantova 2011

Canti di Corte

L’evento propone in anteprima l’esecuzione di musiche scritte nel primo Seicento da compositori originari dei luoghi in cui vengono presentati i concerti. I madrigali di Francesco Vignali da Rivarolo, le sonate di Cesario Gussago da Ostiano e le sinfonie brevi del bresciano Biagio Marini sono suonati da giovani talenti, promesse della musica classica italiana, vincitori di premi nazionali ed internazionali.

A due soprano – Roberta Andalò e Amalia Scardellato – e a cinque strumentisti – Davide Guarneri, Sara Pastine, Federico Mechelli, Michele Lanzini e Umberto Cerini – è affidato il compito di interpretare le composizioni barocche trascritte da Davide Guarneri, musicista e coordinatore del progetto.

Le raccolte musicali dalle quali è tratto il repertorio, infatti, sono state stampate a Venezia tra il 1608 e il 1640; e poiché le edizioni usate come riferimento sono edite nella tecnica dei caratteri mobili con simbologia a losanga e notazione antica, è stato necessario un lavoro preliminare di trascrizione delle musiche.

Ma lo spettacolo non si limita soltanto all’esecuzione dei brani in programma. I musicisti, infatti, sono affiancati da voci recitanti che interpretano i testi poetici dei madrigali prima della loro esecuzione. Melania Consiglio, Oscar Soldi, Milena Lanfranchi e Marco Cominotti declamano i componimenti indossando costumi ispirati all’epoca barocca, realizzati per l’occasione dall’Associazione storico culturale Borgo San Rocco di Rivarolo Mantovano.

La rassegna, dunque, è un’ottima occasione per ascoltare melodie insolite che riecheggeranno in quattro spazi incantevoli e suggestivi: il delizioso Teatro ottocentesco di Ostiano, luogo in cui è stato registrato il cd audio che potrà essere acquistato nelle quattro serate di spettacolo; il Teatro Olimpico di Sabbioneta, commissionato dal duca Vespasiano Gonzaga a Vittorio Scamozzi sul finire del Cinquecento, uno dei primi esempi di teatro stabile; la Chiesa Castello di San Martino dall’Argine, costruita al volgere del XVI secolo per volere del cardinale Scipione Gonzaga, recentemente restaurata; e la Sala dei Cavalli di Palazzo Te a Mantova, l’ambiente più grande del Palazzo in cui i Gonzaga allestivano feste e balli, come quello che vide protagonista l’imperatore Carlo V nella sua visita a Mantova nel 1530.

4 incontri per ascoltare musica classica in quattro “luoghi magici”.
4 opportunità per conoscere giovani musicisti.
4 preziose occasioni per avvicinarsi alla musica antica mantovana.
4 serate da non perdere.

Le musiche di Canti di Corte

  • Cesario Gussago, dalla raccolta “Sonate a quattro, sei et otto”: 5 sonate a tre voci e B.C.;
  • Biagio Marini, dalla raccolta “Affetti musicali”, Op.I: tre sinfonie brevi; dalla raccolta “Sonate, Synphonie …”, Op. VIII: 2 sonate per due violini e B.C.;
  • Francesco Vignali, dalla raccolta “Madrigali, il primo libro”: 5 madrigali a due voci e B.C.

I musicisti di Canti di Corte

Roberta Andalò – soprano
Ha studiato al Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli, perfezionandosi in prassi e interpretazione barocca con Claudine Ansermet e Rossana Bertini. Tra il 1993 e il 2007, si è esibita nell’ambito di festival internazionali con l’ensemble Cappella della Pietà dei Turchini diretto da Antonio Florio partecipando ad importanti rassegne di musica barocca e a diverse produzioni operistiche. Figura nell’incisione di numerosi CD (alcuni premiati dalla critica internazionale) con Synphonia, Opus 111,Tactus e ORF.

Amalia Scardellato – soprano
Ha studiato pianoforte e canto lirico al Conservatorio di Milano. In veste di solista ed in ensemble ha collaborato per oltre dieci anni con la RTSI (RadioTelevisione della Svizzera Italiana) incidendo un vasto repertorio di musica vocale del periodo barocco. Come solista dell‘Ensemble Carissimi si è esibita sia in Italia che all’estero. Con l’Ensemble S. Felice ha inciso i Mottetti di J. S. Bach. Collabora da anni con il M° Marco Balderi per concerti ed incisioni di musica barocca.

Davide Guarneri (1990) – oboe
Allievo di F.M. Sardelli e, al Conservatorio di Firenze, di Piero Lori e David Bellugi, si è diplomato in oboe nel 2007 e in flauto dolce, l’anno dopo, col massimo dei voti, lode e menzione. Tra il 2003 ed il 2007 ha ottenuto il 1° premio a quattro concorsi nazionali di esecuzione strumentale ed è stato primo oboe di orchestre giovanili in manifestazioni nazionali ed internazionali. Come flautista dell’orchestra barocca Modo Antiquo, ha partecipato a due incisioni discografiche vivaldiane per la Naïve Classic (Arie d’Opera, 2005 e L’Atenaide, 2007). Studia alla Hochschule für Musik Karlsruhe con Thomas Indermühle.

Sara Pastine (1990) – violino
Allieva di Paola Besutti, si è diplomata nel 2010 all’Istituto Superiore di Studi musicali di Modena col massimo dei voti, lode e menzione d’onore. Primo premio ai concorsi nazionali I Giovani per i Giovani di Ravenna (2006) e alla Rassegna Nazionale di Vittorio Veneto (2007), è spalla dell’Ensemble Giovanni Bononcini di Modena. Nel 2010 ha superato le audizioni per la Gustav Mahler Jugendorchester e l’Orchestra Giovanile Europea (EUYO) con la quale effettua tournée in Europa.

Federico Mechelli (1996) – violino
Allievo di Paola Besutti presso l’Istituto Superiore di Studi musicali di Modena, inizia giovanissimo lo studio del violino. Ha già partecipato a concorsi nazionali conseguendo il 1° premio nei concorsi nazionali Città di Massa (2005) e Riviera Etrusca (2006). È stato finalista con borsa alla 43a e 45a Rassegna Nazionale d’Archi Vittorio Veneto. Fa parte dell’Ensemble Giovanni Bononcini di Modena.

Michele Lanzini (1985) – violoncello
Si è diplomato al Conservatorio di Firenze nel 2009 sotto la guida di Andrea Nannoni. Durante gli studi ha suonato, tra le altre, con l’Orchestra da Camera Fiorentina, l’Orchestra Sinfonica della Valle d’Aosta, l’Orchestra Nazionale Siriana, l’Orchestra Toscana Classica, l’Orchestra Giovanile Italiana. Ha effettuato concerti in Italia, Svizzera (European Youth Festival 2002), Danimarca (Copenhagen Festival), Svezia (Malmo European Youth Festival 2004), Francia, Spagna, Siria.

Umberto Cerini (1985) – clavicembalo
Si è diplomato in organo nel 2008 col M° Niccolai al Conservatorio di Firenze, dove, nel 2009, consegue il Diploma Accademico di I livello in clavicembalo (massimo dei voti e lode), studiando con Annaberta Conti. Ha collaborato con importanti direttori nel campo della musica antica, quali Ottaviano Tenerani e Alfonso Fedi di cui è allievo. È stato organista del Coro della Basilica di S.Croce a Firenze ed insegna clavicembalo nella Scuola di Musica di Certaldo (FI).

Per informazioni:
Segreteria della Fondazione Sanguanini Rivarolo Onlus
Tel. 0376-958144 (Rossella).




Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *