La Coperta di Natale al Teatro di Gonzaga 23/12/2012


Domenica 23 dicembre 2012 alle ore 17 presso il Teatro Comunale di Gonzaga (MN) secondo appuntamento della rassegna “Teatro famiglie” è con “La coperta di Natale”. Una babilonia di suoni e canzoni per trovare il senso del Natale nelle parole di Dickens, Rodari e Andersen.

La Coperta di Natale - Teatro Gonzaga (MN)GONZAGA (MN) – Prosegue la rassegna dedicata ai ragazzi al Teatro Comunale di Gonzaga (MN), nata dalla collaborazione del Comune con Fondazione Aida. Domenica 23 dicembre 2012 per la rassegna “Teatro Famiglie” alle ore 17.00 appuntamento con La coperta di Natale tratto dal Canto di Natale di Dickens, La freccia Azzurra di Rodari e La piccola fiammiferaia di Andersen.

Lo spettacolo adatto a bambini a partire dai 3 anni, con Marina Fresolone, e Federico Vivaldi, accompagna i bambini lungo un percorso in cui è possibile riconoscere, grazie alla complicità di due personaggi dalle caratteristiche clownesche, Babbo Natale e la Befana, l’importanza delle parole partendo dal gioco di quelle perdute.

Elemento fondamentale dello spettacolo è la musica, realizzate da Joe Chiericati, alla quale è affidato il compito di accompagnare i giochi di parole e le canzoni, parte integrante della narrazione.

Sinossi: ambientato nella cittàincuituttosibutta dove finiscono le parole dei libri sul Natale, lo spettacolo è babilonia di frasi sconnesse, parole inventate e rime storpiate dove i personaggi dei librimaipiùletti, non riuscendo a proferire frase, raccontano filastrocche al contrario e cantano canzoni natalizie parlando dell’estate; i fantasmi del Canto di Natale di C. Dickens ad esempio, non ricordando più il titolo del loro libro, giocheranno con le parole e creeranno una divertente canzone senza senso. Il Grande Divoratore orchestra questo disordine e i personaggi dei librimaipiùletti eseguono impazziti una sinfonia assurda di fonemi, onomatopee, nonsense. Saranno un Vecchiodallabarbalunga e una Vecchiadalpiedestorto (Babbo Natale e la Befana) ad estrarre dalla bocca del Grande Divoratore le parole perdute che, una volta ricucite, diventeranno una grande coperta di Natale. Mentre viene cucita come d’incanto i personaggi tornano a raccontare le loro storie, a giocare con le loro filastrocche, a cantare le loro canzoni. É la notte del 24 dicembre.

Ispirato alle suggestioni di Dickens, Rodari, Andersen
da un’idea Flora Sarrubbo e Joe Chiericati
con Federico Vivaldi e Marina Fresolone
musiche Joe Chiericati
regia Flora Sarrubbo
scena Gugliemo Avesani e Andrea Lacagnina
luci Riccardo Carbone
tecniche di rappresentazione: teatro d’attore
età consigliata: a partire dai 3 anni
durata: 50 min.

Sarà inoltre a disposizione il cd della fiaba sonora con i testi e le canzoni originali dello spettacolo.

Teatro Comunale di Gonzaga
Via Martiri di Belfiore – 46023 Gonzaga (MN)

Informazioni // Fondazione Aida:
tel. 045 8001471-045 595284 – fax 045 8009850 e-mail: fondazione@f-aida.it – www.fondazioneaida.it- www.facebook.com/fondazioneaida

Informazioni per la stampa e accrediti:
Fondazione Aida // Ufficio Stampa – Monica Fattorelli 
Tel. 045/8001471 – 045/595284 – stampa@f-aida.it – www.fondazioneaida.it




Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *