Premiazioni Concorso Fotografico Roberto Nocci 2013


Polo Sociale di Mantova – Premiazioni “Concorso Fotografico Roberto Nocci 2013”

Venerdi 15 febbraio 2013, nella splendida cornice della Sala d’Onore della storica locanda “Ai Garibaldini” è avvenuta la Premiazione delle opere vincenti, tra le oltre cento concorrenti, presentate al Concorso Fotografico “Roberto Nocci 2013” organizzato e promosso dal Polo Sociale di Mantova con la collaborazione del prestigioso gruppo fotografico di Marengo di Marmirolo “La Ghiacciaia” e del noto fotografo mantovano Angelo Madella, le cui opere famose nel mondo, gli sono valse il titolo di Ufficiale della Repubblica Italiana.

Il presidente del Polo Sociale di mantova Dr.ssa Donatella Frezzotti ha presentato il tema del Concorso dedicato alle “Architetture del Paesaggio” e la serata si è svolta nell’atmosfera accogliente dei locali gestiti da Francesco Carra, dove sono state presentate le attività del Polo Sociale di Mantova, le quali si prefiggono di contribuire a facilitare, con accesso a prodotti, servizi, progetti sociali e culturali a prezzi calmierati il sostentamento delle famiglie e dei giovani, in un momento particolarmente difficile sotto il profilo economico ed occupazionale.

Il Concorso intitolato a Roberto Nocci, valente ricercatore chimico, appassionato fotografo ed amico di Angelo Madella, ha avuto l’obiettivo sin dalla sua prima edizione nel 2011, di dare l’opportunità a tutti di esprimere la propria visione del mondo, della natura e delle architetture del territorio mantovano e non solo, con un riconoscimento importante ed il coinvolgimento volontario in attività sociali e culturali.

La serata è stata anche occasione culturale per la presenza di Marco Venturini con il suo ultimo libro “I Quaderni di Plaza de Armas” e di presentazione, da parte del Presidente del Polo Sociale di Mantova Dr.ssa Donatella Frezzotti, dell’azienda agricola di Piadena “Jenny Green” specializzata nella coltivazione di piante ornamentali ed erbe officinali con la quale è stata attivata una collaborazione per promuovere occasioni di turismo eco-solidale e di educazione ambientale.

Il Responsabile del Circolo Fotografico Antonio Turina ha dato appuntamento alla prossima edizione e con l’auspicio di collaborazioni sempre più estese ed aggreganti.

Le iniziative del Polo Sociale di Mantova e le foto partecipanti al Concorso saranno visibili sul portale dedicato.

TEMA del CONCORSO:
L’architettura, nel connubio tra tecniche e materiali prodotti dall’uomo, si fonde con il paesaggio naturale rappresentando i valori storici e culturali di un territorio, in modo unico ed irripetibile. Il risultato racchiude in sé il patrimonio intellettuale di una civiltà e, nell’armonia delle forme, la storia della bellezza nell’arte. Attraverso la fotografia, in quanto memoria di un istante, si tramanda l’amore per la natura e per la cultura; e ciò similmente alla poesia che, nell’apparente semplicità del verso, condensa il pensiero universale.

Membri della Giuria:
Angelo Madella, Donatella Frezzotti, Massimo Valentini , Loris Franzini e Celestino Castelletti.

I premiati:
1° PREMIO a Pasquale Inglisa – Titolo Foto “Stratificazioni Architettoniche della Città”.
GIUDIZIO DELLA GIURIA: Il soggetto dell’immagine è particolarmente reso sia in fase di scatto che nell’inquadratura. L’autore ha saputo coniugare il paesaggio naturale, sia nello sfondo che in primo piano, con più forme architettoniche mettendo a confronto l’epoca medievale e rinascimentale con quella dell’architettura industriale moderna, valorizzando così le origini culturali del territorio di Mantova in piena l’attinenza al tema del Concorso.
Pasquale Inglisa Mantova Concorso Fotografico Roberto Nocci 2013


2° PREMIO a Lucia Ravanetti – Titolo “Vetro”
GIUDIZIO DELLA GIURIA: La composizione si distingue per l’elevata capacità di inquadramento e del senso di profondità prospettica di tipo verticistico; ciò insieme con la messa a confronto di un’architettura contemporanea su uno sfondo naturale roccioso. Particolare interesse mostra la fotografia per il raffronto tra materiali allo stato naturale, come la roccia e quelli trasformati dall’uomo attraverso la tecnologia, come il vetro. L’architettura moderna interpreta la conoscenza in una forma d’arte che si inserisce in un paesaggio apparentemente in contrasto.

3° PREMIO a Lorena Mori – Titolo “Il cammino della Vita”
GIUDIZIO DELLA GIURIA: L’ottima composizione fotografica si distingue per il perfetto equilibrio delle linee, delle forme e delle geometrie. La profondità dell’immagine completa la prospettiva di fuga. La funzionalità dell’elemento architettonico si fonde in maniera armonica e funzionale con il paesaggio marino.

1° PREMIO Versalis a Sonia Borsatti
Titolo “In un corpo che invecchia ammiro ciò che ispira e solleva l’uomo: La Montagna”
GIUDIZIO DELLA GIURIA: La composizione fotografica si distingue per la poetica del soggetto che, nell’equilibrio tra la luce e la prospettiva dell’immagine, rende molto bene la rievocazione dell’architettura orientale, tipica del Tibet, nell’ambientazione perfettamente coerente delle montagne d’alta quota. L’immagine suggerisce l’aspirazione all’ ascendenza spirituale rievocata dal paesaggio.

2° PREMIO Versalis a Nicola De Crecchio
Titolo “San Sigismondo”
GIUDIZIO DELLA GIURIA: La composizione si distingue per l’elevata capacità descrittiva delle atmosfere lombarde durante le stagioni fredde. Dal punto di vista emozionale emergono le caratteristiche di accentuazione della storicità delle architetture sacre del luogo, che le nebbie rievocano esaltandone l’aspetto spirituale. L’immagine è originale per l’idea di fertilità e continuità della vita suggerita dai volatili a terra, immortalati in primo piano, i quali, al tempo stesso, testimoniano la necessità nell’alternanza dei cicli stagionali e della storia dell’uomo.




Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *