Concorso dei Madonnari 2014 alla Fiera delle Grazie: boom di iscrizioni


Boom di iscrizioni al concorso dei Madonnari, tutto esaurito sul sagrato di Grazie di Curtatone (MN)
Già prenotate 146 piazzole su 150; organizzatori al lavoro per creare posti in più. Straniero un madonnaro su quattro; le donne si riconfermano la maggioranza. Un successo per il dialogo portato avanti con gli artisti in questi mesi dall’Amministrazione Comunale. Grande attesa ed entusiasmo per la presenza di Philippe Daverio. Nominata la Giuria del concorso. Ed è boom anche per il mercato

locandina 2014 Antichissima Fiera delle Grazie di Curtatone (MN)Nella lunga storia del concorso dei madonnari, giunto quest’anno alla sua quarantaduesima edizione, non era mai accaduto: a quattro giorni dalla sfida artistica a colpi di gessetto sul sagrato del Santuario delle Grazie, la più antica del mondo, le piazzole sono già tutte esaurite.

Ben 146 le preiscrizioni arrivate sino ad oggi dagli artisti che hanno voluto garantirsi la certezza di partecipare al concorso che prenderà il via giovedì 14 agosto: un vero e proprio record, che testimonia l’attrattività che l’appuntamento di Grazie continua ad esercitare nel mondo dei madonnari.

“Questo risultato straordinario ci gratifica e conferma la bontà del lavoro da noi fatto per riprendere in mano il rapporto con gli artisti, che in passato aveva mostrato alcune debolezze – sottolinea l’Assessore alla Cultura di Curtatone Alessandro Benatti -. In questi mesi abbiamo lavorato molto, assieme alla Pro Loco e al Centro Italiano Madonnari, per capire le loro esigenze e mettere a punto quelle innovazioni di cui il concorso aveva bisogno, pur nel rispetto della sua prestigiosa tradizione. Da questo intenso dialogo sono nate alcune importanti novità, come la maggiore valorizzazione dell’originalità interpretativa degli artisti rispetto al tema sacro, o il potenziamento dei servizi di assistenza. E poi credo che aver invitato Philippe Daverio quale presidente di giuria abbia giustamente creato grande attesa ed entusiasmo tra i madonnari. Prova ne è che quest’anno torneranno a Grazie artisti importanti che mancavano da almeno tre o quattro anni, e la componente straniera, tradizionalmente consistente, si annuncia più forte che mai”.

Se l’anno scorso si poteva contare qualche piazzola vuota, quest’anno il “problema” sembra essere l’opposto: la preiscrizione infatti non è obbligatoria e si può ipotizzare che, come da tradizione, numerosi artisti, specialmente quelli impegnati in questi giorni in altre manifestazioni, si presentino per iscriversi al concorso solo mercoledì sera o giovedì mattina.

“Proprio per questo – aggiunge Alessandro Benatti – abbiamo studiato in queste ore una seconda soluzione che prevede un allargamento della parte di plateatico centrale per i dipinti e l’utilizzo dell’ulteriore area più a sinistra, a ridosso del Santuario. In questo modo aggiungiamo almeno 20 piazzole, passando da 150 a 170, con l’ausilio prezioso del nucleo di protezione civile “Torre d’Oglio” che ci supporta per potenziare l’illuminazione. Insomma, faremo di tutto per non escludere nessun artista che desideri venire a Grazie, e contiamo già ora numerosissime presenze di livello molto elevato”.

Soddisfatto anche il sindaco di Curtatone, Antonio Badolato. “Il boom di iscrizioni di quest’anno non è certo casuale, bensì è il frutto di un lavoro importante che abbiamo portato avanti con convinzione e volontà di dialogo durante i mesi che hanno preceduto la Fiera. Rinnovare una manifestazione con una storia così importante e solida è sempre un’operazione delicata, ma l’entusiasmo dimostrato dai madonnari, dai protagonisti storici alle nuove leve, conferma la validità delle nostre scelte e la vivacità che l’Antichissima Fiera delle Grazie continua a dimostrare, sapendosi rinnovare di anno in anno. Il punto di svolta poi è stato avere istituito, con la collaborazione di artisti di chiara fama, la Scuola di arte madonnara a Grazie, un’istituzione che garantirà il consolidamento di questa antica tradizione anche negli anni a venire”.

Edizione dopo edizione, quella dei madonnari si conferma essere una competizione sempre più in rosa: la maggioranza delle preiscrizioni arrivate al CIM sono infatti di artiste donne. Un dato che non stupisce, dato che nel 2013 il podio è stato tutto al femminile, così come nel 2012 erano state tre madonnare donne a dominare la categoria dei maestri.

Forte la presenza degli stranieri, in tutto una quarantina, con artisti provenienti da Stati Uniti, Messico, Colombia, Giappone, Romania, Ucraina, Spagna. In attesa di conferma anche due consistenti gruppi da Francia e Germania.

Fortissima risulta anche l’adesione di commercianti ed espositori. “Se il buongiorno si vede dal mattino – commenta Benatti che è assessore non solo alla cultura, ma anche al turismo e all’economia del territorio – le scelte operate in questi mesi per riqualificare il mercato, per intensificare la proposta e la ricchezza espositiva, con il “made in Italy”, con i prodotti dell’ingegno, con gli straordinari prodotti alimentari mantovani e italiani, stanno raccogliendo il favore degli operatori, la cui presenza, quest’anno, risulterà complessivamente tra il 60 e il 70% in più rispetto agli ultimi anni”.

La Giuria del Concorso dei Madonnari 2014

Presidente Onorario: Philippe Daverio – Docente universitario, storico e critico d’arte
Presidente esecutivo: Paolo Bertelli – Storico e critico d’arte

Membri:
Paola Artoni – presidente Centro Italiano Madonnari
Paolo Barbieri – Artista e illustratore
Ida Valentini Tempellini – Docente di discipline pittoriche, esperta d’arte
Mons. Giancarlo Manzoli – Delegato della Curia
Maria Sessa – Organizzatrice del Concorso Internazionale Madonnari di Nocera Superiore
Attilio Gelati – Maestro artigiano decoratore




Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *