Tavola Rotonda su Bullismo e Cyberbullismo a San Giorgio di Mantova 16/9/2017


Tavola Rotonda su Bullismo e Cyberbullismo a San Giorgio di Mantova 16/9/2017Anche quest’anno, sabato 16 settembre 2017 a San Giorgio di Mantova, presso la Polisportiva S. Giorgio ’90 (Centro Pertini) si svolgerà l’annuale “Festa della Solidarietà e del Volontariato” organizzata da San Giorgio Solidale, consulta di 11 associazioni che hanno deciso di costruire una rete al fine di poter sviluppare progetti di maggior impatto sociale sul territorio di San Giorgio di Mantova, con il patrocinio del Comune di San Giorgio di Mantova.

La Festa ha il fine di promuovere la cultura della Solidarietà, offrire un’occasione per dare visibilità alle Associazioni e raccogliere fondi grazie ad una Lotteria, il cui ricavato viene, ogni anno, devoluto in beneficienza.

SGS ritiene che il ruolo del volontariato sia fondamentale non solo per la gestione di alcune attività tipiche di ogni associazione, ma anche per attivare tavoli di riflessione e confronto su temi di particolare interesse per la stessa comunità nella quale noi tutti viviamo facendo da ponte tra essa e le Istituzioni.

A tale proposito, quest’anno, nell’ambito della Festa, è stata organizzata una Tavola Rotonda dal titolo: “Bullismo: come riconoscerlo ed affrontarlo” che si svolgerà alle ore 18.00 nella Sala Pertini.

SGS si è fatta promotrice dell’iniziativa poiché consapevole che il bullismo è un problema sociale e culturale di vaste proporzioni, sentito anche sul territorio di San Giorgio, la cui risoluzione non può essere posta esclusivamente sulle spalle delle famiglie e della scuola.

Scuola e spazio digitale, sono luoghi privilegiati di questi veri e propri atteggiamenti di prepotenza e di violenza, psicologica e fisica. Per combattere alla radice questo odioso fenomeno di accanimento contro chi viene visto e perseguitato come debole o come “diverso” è necessario un grande patto tra scuola, famiglia, forze dell’ordine, amministrazione comunale, mondo dell’associazionismo e la comunità tutta. Un’azione congiunta, capace non soltanto di reprimere ma, soprattutto, di prevenire, con una serie di iniziative mirate, questo diffuso e grave fenomeno.

Per questo motivo SGS, allo scopo di stimolare un confronto reciproco ed unire sinergicamente le forze per affrontare il problema nella sua interezza, ha riunito attorno a un tavolo Amministrazione comunale, parrocchia, Polizia Postale e una figura professionale dell’ATS Val Padana (esperta riguardo al tema), auspicando che lavorare in rete diventi un modus operandi da mantenere anche in futuro.




Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *