Mantova Casa di Andrea Mantegna

Casa del Mantegna

La Casa del Mantegna, il pittore ufficiale dei Gonzaga di Mantova, si trova in via Acerbi, sul percorso del Principe che da piazza Sordello porta a Palazzo Te.

Molto probabilmente fu lo stesso Andrea Mantegna a disegnarne il progetto e la sua costruzione iniziò nel 1476 e durò una ventina di anni.

Anche se non è certo chi abbia costruitola casa del Mantegna, un’epigrafe scolpita sopra un rinforzo di marmo ne indica la data d’inizio proprio nel 1476.

L’edificio ha la caratteristica di presentare un tondo inscritto in un quadrato così da far pensare alla teoria della quadratura del cerchio e all’Oculo della Camera degli Sposi, dipinta dallo stesso Andrea Mantegna nel Castello di San Giorgio del complesso di Palazzo Ducale.

L’artista della Corte dei Gonzaga abitò in questa casa solamente tra il 1496 e il 1502, successivamente Mantegna stesso, nel timore di cadere in miseria perché vittima di molti debiti, vendette la casa al Francesco Gonzaga.

Nel corso del tempo poi la Casa del Mantegna rimase ai Gonzaga seguendone il destino fino a che nel 1607 fu venduta al ramo minore dei Gonzaga di Vescovato e in seguito ad altre famiglie nobili minori che ne apportarono delle modifiche.

Agli inizi del Novecento la Casa del Mantegna era inglobata all’interno di una scuola cittadina e solo negli anni Quaranta venne scorporata ed iniziarono i lavori del suo recupero originario e restauro.

È visitabile senza biglietto di ingresso negli orari di apertura.