“Rigoletto” è un’opera di Giuseppe Verdi ambientata a Mantova, nel Sedicesimo Secolo. L’opera Rigoletto di Verdi è in tre atti.

TRAMA RIGOLETTO DI GIUSEPPE VERDI

Atto I
Ducato di Mantova, epoca rinascimentale. Durante una festa al Palazzo Ducale di Mantova, il Duca di Mantova racconta le sue innumerevoli conquiste femminili. Il Duca corteggia quindi la Contessa di Ceprano e il buffone di corte, Rigoletto, prende in giro pubblicamente il marito della giovane nobildonna.
Il cortigiano Marullo racconta ai suoi amici che Rigoletto avrebbe un’amante (invece si tratta di Gilda, la figlia di Rigoletto, che vive in casa con lui).
Improvvisamente il Conte di Monterone, vecchio nemico del duca, fa irruzione in sala, accusando il Duca di Mantova di avere sedotto sua figlia. Il Conte di Monterone viene quindi fatto arrestare dal Duca di Mantova, fra i sarcasmi di Rigoletto. Monterone risponde con una maledizione verso il duca e Rigoletto.
Rigoletto, spaventato, scappa. Tornando a casa incontra Sparafucile, che gli offre i suoi servigi di sicario.
Tornato a casa Rigoletto abbraccia la figlia Gilda, raccomandando alla cameriera Giovanna di vegliare su di lei. A sua insaputa però il Duca di Mantova si era già intrufolato in casa per dichiarare il suo amore a Gilda.
Il cortigiano Marullo decide di fare uno scherzo a Rigoletto, rapendo la donna che vive con lui, ignorando il fatto che si tratta di Gilda, la figlia di Rigoletto, corteggiata anche dal Duca di Mantova sotto falso nome.
I cortigiani, con l’inconsapevole complicità di Rigoletto, rapiscono Gilda.

Atto II
Il Duca torna a cercare Gilda e si dispera per il suo rapimento. Poi i cortigiano lo informano e lo portano in camera da lei. Poi Gilda esce e rivela al padre come ha conosciuto l’uomo che ignorava fosse il Duca di Mantova. Rigoletto ottiene la liberazione della figlia e medita una vendetta. Per vendicarla decide di fare uccidere il Duca di Mantova dal bandito Sparafucile.

Atto III
Mentre infuria la tempesta il Duca di Mantova giunge alla taverna di Sparafucile e ne corteggia la sorella Maddalena. Poi si corica cantando una canzonaccia.
Rigoletto, per convincere la figlia Gilda a dimenticare il Duca di Mantova, la accompagna alla locanda, per farle capire che tipo di uomo sia il Duca.
Nel frattempo Maddalena spinge il fratello a sacrificare al posto dell’ospite il primo avventore che giungerà alla locanda.
Rigoletto fa vestire Gilda da uomo e le dice di partire per Verona. Ma Gilda, che aveva sentito il dialogo tra Maddalena e Sparafucile, torna alla locanda e, per risparmiare la vita al Duca, si offre all’agguato mortale.
Sparafucile consegna il macabro sacco a Rigoletto. Ma quando il buffone di corte sente il Duca che canta la sua canzone nella locanda di Sparafucile, capisce che la tragedia si è compiuta (nel sacco c’è sua figlia Gilda) e che la maledizione di Monterone lo ha colpito.

LIBRETTO OPERA RIGOLETTO DI VERDI
Il Libretto dell’opera Rigoletto, scritto da Francesco Maria Piave, è consultabile in questa pagina.

Rigoletto, Opera di Verdi

Rigoletto di Verdi


I PERSONAGGI DI RIGOLETTO
Il Duca di Mantova (Tenore)
Rigoletto, buffone di Corte (Baritono)
Gilda, figlia di Rigoletto (Soprano)
Sparafucile, bravo (Basso)
Maddalena, sorella di Sparafucile (Contralto)
Giovanna, cameriera di Gilda (Mezzo-Soprano)
Il Conte di Monterone (Baritono)
Marullo, cavaliere (Baritono)
Borsa Matteo, cortigiano (Tenore)
Il Conte di Ceprano (Basso)
La Contessa di Ceprano, moglie del Conte di Ceprano (Mezzo-Soprano)
Usciere di Corte (Tenore)
Paggio della Duchessa (Mezzo-Soprano)
Cavalieri, dame, paggi, alabardieri. (Tenori, Bassi)

BRANI CELEBRI DI RIGOLETTO DI VERDI

Atto I
Questa o quella per me pari sono (Duca di Mantova)
Pari siamo! (Rigoletto)
Caro nome (romanza di Gilda)

Atto II
Cortigiani, vil razza dannata (Rigoletto)
Sì, vendetta (Rigoletto)

Atto III
La donna è mobile (Duca di Mantova)
Bella figlia dell’amore (Quartetto)
Lassù in cielo (Gilda)

Vedi anche: Film in diretta Rigoletto a Mantova