Mostra Mario Schifano nelle collezioni private e non solo, Palazzo Ducale Mantova 11 maggio – 15 Luglio 2017


Mostra Mario Schifano Mantova 2017Mario Schifano nelle collezioni private e non solo” è la mostra dell’opera di Mario Schifano (Homs, Libia, 1934 – 1998, Roma) che Moz-Art (Arte Contemporanea), in collaborazione con il Complesso Museale Palazzo Ducale di Mantova, inaugurerà giovedì 11 maggio 2017 alle ore 18.00 a Palazzo Ducale negli Appartamenti della Rustica, con accesso dal giardino dei Semplici.

La rassegna è curata da Peter Assmann e Sergio Pajola con il prestito delle opere da parte della collezione Giorgio Marconi di Milano, della Galleria di Arte Moderna e Contemporanea di Roma, delle Gallerie Italia Gallerie d’Italia – Polo museale di Intesa S. Paolo e di importanti collezioni private, con la collaborazione della Società per il Palazzo Ducale di Mantova.

La mostra gode del patrocinio e supporto del Comune di Mantova, della Fondazione Banca Agricola Mantovana, della Fondazione BPA e di Mantova Outlet Village e resterà aperta fino al 15 Luglio 2017.

Un grande riconoscimento va all’Archivio Mario Schifano. L’evento/mostra ha lo scopo di consentire la più ampia conoscenza possibile del significato del lavoro di Mario Schifano attraverso un’ampia e significativa rassegna di opere provenienti da collezioni private mantovane e non solo e da importanti istituzioni culturali e artistiche.

Questo percorso permette una profonda riflessione sul significato della relazione dell’artista con i differenti materiali “della pittura”, dalla carta intelata, il perspex, gli smalti, i collage, le foto, le tele emulsionate, in tutte le estensioni possibili. Si prevede l’esposizione di un centinaio di opere su tela, su carta, foto, filmati multimediali, lp, maglie sportive, cataloghi storici e altro.

Mario Schifano è stato un performer di altri tempi, regista, compositore pittore e artista nel tempo in cui viveva e lavorava, egli mista, miscela e rimixa come un dj, tutti i media allora esistenti, vecchi e nuovi, ma rivisita anche il suo proprio lavoro con lo scopo di diventare “creatura che vive nelle sue opere”.

Saranno esposte in mostra anche le maglie gialle del Tour de France da lui disegnate.




Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *