Proiezione film Alamar di Pedro González-Rubio al Cinema del Carbone di Mantova 2-3-4-6 giugno 2017


locandina film Alamar di Pedro González RubioL’amore di un padre per un figlio nel ciclo eterno della natura. Dopo il trionfo nei festival internazionali, Alamar, il film di Pedro González-Rubio, arriva nei cinema in Italia.

A Mantova il film Alamar sarà proiettato al Cinema del Carbone di Via Guglielmo Oberdan 11.

Ecco i giorni e gli orari delle proiezioni:

  • Venerdì 2 giugno 2017, ore 21.15
  • Sabato 3 giugno 2017, ore 18.30
  • Domenica 4 giugno 2017, ore 20.45
  • Martedì 6 giugno 2017, ore 21.15

Il film ha partecipato a moltissimi Festival internazionali, vincendo numerosi premi (su tutti il TIGER AWARD all’IFF di Rotterdam) e ha raccolto critiche molto positive (da testate come il New York Times e Variety tra le altre) ed è uscito in moltissime nazioni europee e non, ma finora non in Italia.

Ahora! film, Barz and Hippo (cinema Beltrade) e Rossosegnale sono tre piccole realtà di professionisti e sostenitori del cinema che si sono unite, nello specifico progetto del film ALAMAR, perché convinte che questo film debba e possa essere visto su grande schermo da un vasto pubblico: dalle famiglie, alle scuole, alle persone sensibili ai temi ambientali, agli amanti del mare o semplicemente del buon cinema.

Oltre alla collaborazione con SlowFood/SlowFish, il film ha il sostegno da parte dell’Ambasciata e dell’Istituto di Cultura e Promozione Turistica del Messico, inoltre è sostenuto dall’Unesco (Banco Chinchorro è infatti Riserva della Biosfera Patrimonio Mondiale dell’Umanitá).

ALAMAR è stato presentato in anteprima il 20 maggio 2017 a Genova all’interno del programma ufficiale di Slow-Fish ed è uscito il 25 maggio in alcune sale in Italia dove sta incontrando una accoglienza veramente calorosa da parte del pubblico e della critica.

Trama Alamar

La storia è quella di un bambino, Natan, figlio di una ragazza di Roma e di un pescatore messicano. Dopo la separazione tra i due, Natan, tornato a vivere a Roma, trascorre una estate in un atollo messicano (Banco Chinchorro) con il padre. Questo mondo è completamente differente dalla sua realtà: una culla di biodiversità e luogo eletto di preservazione della Biosfera, in cui Natan incontra per la prima volta la Natura, i suoi silenzi e nuovi amici. L’opera è un viaggio di formazione, un delicato rapporto padre e figlio e un momento di riflessione per tutti noi: su come stiamo trasformando questo mondo, su come anche stili di vita diversi possano essere occasione di meraviglia e su come momenti difficili come la separazione possano essere comunque piene di amore e rispetto.

Il trailer è disponibile qui: https://www.facebook.com/alamarilfilm/videos/1584870968191162/




Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *