Calcio 1a Categoria: Tra Asola e Casalromano è sempre duello


«Casalromano e Asola, il duello è già iniziato». Era questo il titolo del 20 agosto sulla Gazzetta all’indomani dei primi raduni delle squadre mantovane partecipanti al torneo di 1ª Categoria. Oggi, a 4 mesi di distanza da quel giorno e con una giornata ancora da completare, possiamo affermare di non esserci sbagliati nel pronosticare il duello fra Asola e Casalromano come uno dei temi principali della stagione.  Ma non è il solo, perché le due big non sono riuscite a fare il vuoto dietro di sé.

ASOLACASALOLDO. (p.28). Da una squadra che nel girone di ritorno dello scorso anno si era guadagnata tanti punti quanti il Casteisangiorgio vincitore, non ci si poteva aspettare che una conferma. Quest’anno inoltre patron Tozzo ha rinforzato la rosa in cui spicca un Rivera rigenerato nella veste di bomber.

CASALROMANO. (p.28). Dopo la retrocessione dello scorso anno, mister Ferranti ha impiegato solo qualche domenica per calare i giocatori nella nuova realtà. Il Casalromano è stata l’ultima squadra a perdere l’imbattibilità casalinga la vigilia di Natale per mano del Gonzaga.

GOVERNOLESE. (p. 25). I Pirati sono partiti con l’obiettivo playoff e oggi si trovano a soli tre punti dalla vetta. La concorrenza è forte ma le formazioni di mister Osti hanno sempre avuto il carattere e il migliore rendimento primaverile.

GONZAGA. (p.23). Chiude l’anno al 6º posto in virtù della vittoria esterna sul Casalromano ottenuta la Vigilia ma era già da circa un mese che il Gonzaga era imbattuto e che aveva un rendimento da 3º posto. La vittoria darà morale ai ragazzi di mister Giazzi che hanno iniziato con l’obiettivo di una salvezza anticipata e che ora potrebbero lottare per un traguardo più prestigioso.

RIVALTESE. (p.22). E’ difficile sostituire giocatori del calibro di Ferranti e Rivera che solo un anno fa avevano realizzato 13 gol alla fine dell’andata. Se poi mancano anche i gol di Pasetti (11 reti un anno fa) si spiega l’attuale e inaspettato sesto posto dei granata. I play off, l’obiettivo dichiarato in estate, sono solo a due punti e i giovani di mister Smania non possono che migliorare.

SAMA SUSTINENTE. (p.21). Quart’ultimo dopo dieci giornate, settimo oggi grazie a tre vittorie e un pari nelle ultime 4 partite, il Sustinente di mister Perboni si può guadagnare il ruolo di sorpresa del girone. Il punto debole sta nelle gare casalinghe dove ha guadagnato solo 5 punti mentre in trasferta il Sama può vantare di essere la squadra migliore con 16 punti.

VIRTUS GUIDIZZOLO. (p.21). Era quinto solo ad inizio dicembre oggi è a metà classifica ed inizia a guardarsi le spalle. L’obiettivo è la salvezza e i ragazzi di mister Piazza lo stanno rispettando.

SARGINESCO. (p.19). Fin qui il Sarginesco stava disputando un campionato nelle sue caratteristiche con una partenza forte per calare sul finale. In questi giorni è sopraggiunto il fatto nuovo delle dimissioni di mister Rossetti e l’arrivo di Piubeni. L’obiettivo è sempre la salvezza.

ROVERBELLA. (p.17). E’ sempre in corsa per una salvezza anticipata. La coppia di attaccanti Scotto-Pesic, però, fatica a trovare il rendimento dello scorso anno e questo contribuisce a spiegare le difficoltà dei gialloverdi che compensano mandando a segno ben 10 giocatori diversi.

SAN LAZZARO. (p.16). Ha sposato la linea verde. Si ha l’impressione che stia pagando la mancanza di un bomber e di giocatori bravi, esperti e di carattere, alla Nonfarmale per intenderci, in grado di prendere per mano i compagni nei momenti difficili della partita.

Nicola Vareschi




Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *