TIM CUP A2: 4 set di pura adrenalina. L’Andreoli Latina vince la Coppa Italia di A2


TIM CUP A2
LA VITTORIA E’ DELL’ANDREOLI LATINA
QUATTRO SET AD ALTA INTENSITA’ PER DECRETARE I VINCITORI

ANDREOLI LATINA – NAVA GIOIA DEL COLLE 3-1 (25-23, 25-18, 24-26, 33-31)
Andreoli Latina: Tomassetti, Torre, Cortina (L), Sbrolla, De Cecco, Scuderi (L), Rosalba 15, Kovacevic 8, Tomasello 6, De Cecco 4, Moretti 19, Giombini 25, De Marchi. All. Ricci Daniele.
Nava Gioia Del Colle: De Andrade Silva 21, Rizzo (L), Concina, De Giorgi 1, Manassero, Rigoni 2, Polidori 6, Nuzzo 28, Belardi 2, Giosa 7, Niero, Gatto (L). Non entrati Dias. All. Cannestracci Jorge.
Arbitri: Daniele Zucca, Giulio Astengo.
NOTE – Spettatori 5900, durata set: 26′, 23′, 32′, 35′; tot: 116′
MVP: Leondino Giombini

E’ l’Andreoli Latina la formazione vincitrice della TIM Cup A2 2008/09. La vittoria nella finale contro la Nava Gioia del Colle vale la conquista della prima coppa nella storia della formazione pontina.
Una vittoria sofferta, ma voluta. Grande lo spettacolo in campo, merito anche alla Nava Gioia del Colle, accompagnata da più di centocinquanta tifosi, capace di mettere in campo una prestazione caparbia che per lunghi tratti ha messo in difficoltà la formazione che poi si è aggiudicata il trofeo. La festa, però, alla fine l’hanno fatta i tifosi di Latina, assieme ai propri giocatori che hanno trovato in Leondino Giombini un costante punto di forza nel proprio attacco; è lui, al termine della gara, l’MVP dell’incontro autore di 25 punti finali. Da sottolineare anche la prestazione di Daniele Moretti che chiude la partita con il 75% in attacco e 7 muri punto.
La Nava deve rinunciare oggi al proprio bomber principe Dias, sostituito da Nuzzo, autore di una prova maiuscola con 28 punti.
E’ un primo set che diverte, e non poco, il pubblico presente. Mentre i tifosi gioiesi sparano fuori tutta la loro la loro voce vedendo Diogo e compagni aprire il match con un break di 1 a 5. Il muro di Moretti serve per accorciare il divario (4-6); le difese e la grande prestazione in contrattacco riportano sotto l’Andreoli. De Cecco e Moretti firmano il’11 a 10, primo vantaggio pontino dell’incontro. Al secondo time out tecnico, però, conduce la Nava, che mette a terra il sedicesimo punto con Nuzzo. Da qui alla fine è una lotta punto su punto. Ma nel finale, è un contrattacco chiuso da Giombini a fare la differenza, proprio quello che regala ai ragazzi di Daniele Ricci il primo set ball, poi concretizzato sempre dall’opposto che chiude sul 25 a 23.
L’importanza della posta in palio rende la gara adrenalinica. Lo spettacolo è anche sugli spalti con le tifoserie appassionate e presenti, mentre sul mondoflex tricolore non si risparmiano certo i grandi momenti di gioco.
Quando Giombini colpisce sulla schiena il libero Gatto che cercava di spostarsi, per l’Andreoli inizia a mettersi bene il secondo set, perché con questo punto, mette in cascina quattro punti da gestire (13-9). Poco dopo è Moretti a colpire dalla linea dei nove metri che vale il 17 a 11. Cannestracci manda in campo Concina per Diogo, cercando di sfruttare la sua freschezza al servizio contemporaneamente alle qualità nel fondamentale al muro di Niero. Ma non è così. La Nava fa il suo, ma l’Andreoli non perde più un colpo e si chiude sul 25 a 18.
Nel terzo parziale l’agonismo aumenta, Latina culla il sogno di conquistare la sua prima TIM Cup A2, la Nava, invece, ha quello di provare ad allungare la partita. Il parziale è sempre in parità; Gioia, nel finale, ha la palla del più due ma De Giorgi e Nuzzo non si capiscono e Latina pareggia così sul 21 a 21. Subito dopo arriva un nuovo ace, quello di Moretti, quello del 22 a 21. La lotta continua, Nuzzo due volte consecutive ribalta la situazione in campo: è 22 a 23, ma spreca la palla che poteva regalare il primo set ball. Arriva, però, poco dopo e Diogo chiude con un muro su Giombini. Gioia, vince per 24 a 26.
Gioia torna in campo con gli occhi stracolmi di speranza, quella di compiere un’impresa come quella che contro la M. Roma Volley ha regalato l’accesso alla finale. E’ un parziale nuovamente sempre in bilico. E’ sul 20 a 18 per l’Andreoli, dopo gli attacchi di Rosalba e Giombini, che Cannestracci decide di interrompere il gioco utilizzando il suo primo time out. Un time out che riporta in vantaggio i pugliesi, più per demerito dell’Andreoli che con la coppia Giombini – Rosalba commette due errori consecutivi in attacco (20-21). Nuzzo delizia il pubblico con un pallonetto millimetrico che vale il 22 a 23 poi va a conquistare la prima palla set (23-24). L’opposto sbaglia la battuta e Moretti ferma Diogo a muro. Situazione ribaltata. Ma le emozioni sono davvero infinite. Ci vuole il 33esimo punto, con un muro a uno di De Cecco, per chiudere la partita e decretare la vincitrice della TIM Cup A2 2008/09: l’Andreoli Latina

Lendonino Giombini (Andreoli Latina): “E’ stata una partita difficile contro un avversario particolarmente tosto che con De Giorgi, Diogo e Nuzzo ci hanno messo in difficoltà. Alla fine abbiamo stretto i denti e siamo molto contenti della vittoria”.

Gianluca Nuzzo (Nava Gioia del Colle): “Non abbiamo giocato bene all’inizio della partita, poi ci siamo ritrovati e ad un certo punto ci credevamo. Peccato perché arrivati fino a qui si voleva vincere, ci dispiace per i tifosi”.

L’ALBO D’ORO

1997/98 Sira FALCONARA
1998/99 Cosmogas FORLÌ
1999/00 Della Rovere Carifano FANO
2000/01 Pony Express Kappa TORINO
2001/02 Copra PIACENZA
2002/03 Tonno Callipo VIBO VALENTIA
2003/04 Marmi Lanza VERONA
2004/05 Codyeco SANTA CROCE
2005/06 Salento d’amare TAVIANO
2006/07 Sparkling MILANO
2007/08 Marmi Lanza VERONA
2008/09 Andreoli LATINA




Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *